L’Associazione per la Difesa dell’Ambiente e della Salute A.D.A.S. ONLUS è una organizzazione non lucrativa di utilità sociale iscritta all’Anagrafe Unica delle Onlus settore 1- assistenza sociale e socio sanitaria.

La nostra storia

L’Associazione per la Difesa dell’Ambiente e della Salute A.D.A.S. ONLUS nasce nel 2010. E’ la scelta coraggiosa di un piccolo gruppo di persone affette da patologie correlate all’inquinamento ambientale supportate da familiari ed amici; ad accomunarli è la consapevolezza che la tutela del diritto alla salute sia intimamente correlata alla tutela dell’ambiente. Negli anni è cresciuto il numero di soci e sostenitori che condividono l’impegno sociale e le finalità dell’Associazione che oggi è attiva in tutta Italia grazie ai coordinamenti territoriali presenti nelle varie regioni.

Un ambiente salubre è una condizione fondamentale per garantire all’organismo la possibilità di svolgere al meglio le funzioni più naturali quali respirare, alimentarsi, depurarsi, riprodursi, recuperare le energie.

L’inquinamento costringe l’organismo ad un innaturale processo di adattamento che mina le capacità di autodifesa ed  indebolisce così il sistema immunitario, che altera le ordinarie funzioni degli organi e degli apparati, che sconvolge il metabolismo cellulare, che innesca mutazioni genetiche ed epigenetiche nel DNA le quali si rivelano irreversibili anche nelle generazioni future. Siamo impegnati pertanto a tutti i livelli ed in tutti i settori della società civile affinchè le Istituzioni, la classe medica, il mondo della scuola, i cittadini innanzitutto acquisiscano la consapevolezza che l’Ambiente è bene comune da rispettare e salvaguardare e che la Salute è diritto fondamentale da tutelare e garantire incondizionatamente.

L’impegno di A.D.A.S

Consapevoli di quanto sia grave la mancanza di studi epidemiologici e di adeguata ricerca nel settore, stimoliamo e sosteniamo la ricerca medico- scientifica finalizzata alla individuazione delle cause e delle concause ambientali che scatenano lo stato di malattia e determinano l’insorgere di gravissime patologie: alcune di esse sono note, come le patologie oncologiche (quali leucemie, linfomi, tumori), autoimmuni (quali tiroiditi, connettiviti) e neurologiche (quali Sclerosi Laterale Amiotrofica SLA, Sclerosi Multipla) tutte a carattere degenerativo; altre, denominate “patologie ambientali emergenti” , sono ancora poco note e sotto- diagnosticate sebbene siano in preoccupante crescita (quali Sensibilità Chimica Multipla MCS, Elettrosensibilità ES, Encefalomielite Mialgica ME, Fibromialgia FM, Sindrome da Fatica Cronica CFS).

Offriamo servizi di carattere informativo,  supporto psicologico, attività di consulenza e attuiamo forme di intervento di natura socio-assistenziale, sia mediante fornitura di beni di prima necessità che mediante reperimento di fondi e sovvenzioni, in favore dei malati ambientali in condizioni di indigenza e disagio sociale, al fine di contribuire a garantire loro  un’esistenza libera e dignitosa.

La nostra mission

I nostri scopi sono quindi gli scopi di tutti coloro che vivono consapevolmente o inconsapevolmente il dramma della malattia e dell’emarginazione, che sono vittime dello sconvolgimento dell’ecosistema e che vedono mortificato il loro bisogno di salute.Per garantire la dignità della persona tuteliamo in ogni sede i diritti civili, pretendiamo il rispetto delle pari opportunità, realizziamo progetti di solidarietà e di inclusione sociale.Consapevoli che il miglior sistema per evitare l’insorgere di stati patologici sia la prevenzione, promuoviamo stili di vita sani nel rispetto dell’ambiente e della salute.

Desideriamo rendere la nostra attività capillare e sempre più incisiva all’interno del tessuto sociale, per tale ragione siamo ben lieti di accogliere all’interno dell’Associazione tutti coloro che condividono il nostro obiettivo fondamentale: rendere degna di essere vissuta la vita di tutti coloro che soffrono di “Patologie Ambientali”.

 

http://www.associazioneadas.com/

A.D.A.S. Onlus è diventato partner del nostro network ultima modifica: 2016-11-09T11:15:05+00:00 da Caterina Spadaro