Gatta Cenerentola: nota di merito per Napoli

“Gatta Cenerentola” è la nuova proposta di Alessandro Rak. Nel 2017 il nuovo tanto atteso film di animazione firmato Rak che già sta tanto facendo parlare l’ambito cinematografico.
Rak, è stato collegato per lungo tempo al mondo de “L’Arte della Felicità”. Una storia che mescola le sfumature dell’amore e il limbo che si cela nelle sensazioni drammatiche che si provano quando la patologia depressiva agguanta. Adesso coinvolge gli spettatori con “Gatta Cenerentola”, una storia già esistente nel panorama teatrale napoletano.
Una fiaba di Giambattista Basile, strettamente legata a Napoli, agli intrecci dell’area partenopea. Nel mezzo di quel lato oscuro di Napoli, si vede emergere un’intricata serie di avvenimenti legati alla criminalità nell’ombra del suo sole.

Napoli: croce e delizia ne la “Gatta Cenerentola”

Perché la bellezza di Napoli è anche il  calore dell’animo dei napoletani, l’accoglienza di una terra fiorente, l’odore della salsedine e il cuore della storia.
In contrapposizione con quel lato di Napoli che cela la criminalità, quel lato tetro che ancora una volta però fa emergere la forza dei napoletani nel superare qualsiasi difficoltà.
L’amore che gioca tra la luce e l’ombra, che si insinua in modo intrigante, è proprio lo scenario adatto per l’interpretazione di Gatta Cenerentola.
L’avidità che trasforma le persone e poi un’evoluzione nell’amore che darà filo da torcere all’aspetto dualistico che troppo spesso spacca gli animi a metà creando confusione e dubbio. La prigionia, l’assenza di libertà che nello scorrere delle vicende vede un capovolgersi di ambientazione, di sentimenti e di azioni.
Una storia che ancora una volta tocca diversi punti sensibili delle dinamiche umane, scendendo nell’animo e coinvolgendo in primis la città di Napoli.

L’altro lato della fiaba

Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone sono i fautori della riuscita della fiaba proposta nel 2017. Il cinema italiano farà i conti con il lato macabro di Cenerentola.
Un occhio di riguardo va alla colonna sonora che accompagnerà l’intero film. Solo artisti napoletani sono coloro che riempiranno i silenzi delle scene drammatiche. Ci emozioneranno durante Gatta Cenerentola.
Scalciano i suoi fan nell’attesa, conoscendo bene cosa gli aspetta quando a metter mano ad una storia è proprio Alessandro Rak.
Ancora una volta centra il tema dell’amore in un modo delicato e al tempo stesso incisivo.
Questo 2017 vedremo l’altro lato della fiaba, quello che spesso viene celato e che sarà proprio Napoli a farci vedere. Nella sua crudeltà ma anche nel suo estremo calore.

Francesca D'Elia

Autore: Francesca D’Elia

Francesca D’Elia. Studentessa presso la facoltà di editoria e pubblicistica in Salerno. Attratta dalla scoperta del nuovo e dal confronto con persone di diverse etnie e culture, sempre alla ricerca di incredibili storie e fantastiche personalità. Amante della natura, dei suoi suoni e dei suoi colori. Segno zodiacale: bilancia.

Aspettando Gatta Cenerentola di Rak ultima modifica: 2017-02-01T11:58:55+00:00 da Francesca D'Elia

Commenti

commenti