Come nasce un bohémien

Il fascino dell’artista impoverito è un cliché che non ha mai abbandonato l’immaginario collettivo: questa categoria ha preso il nome di bohémien, coloro che sono stati capaci di rendere la povertà una forma d’arte. È solo di recente che il termine “bohémien” viene accostato allo stile. Poiché da sempre è stato un vocabolo da attribuirsi a quel nucleo di cittadini impoveritisi.
Una sorte di “arte dell’arrangiarsi” per chi ha notevoli doti fantasiose come gli artisti e i letterati che hanno fatto in modo da rendere il loro stato di povertà un mondo in realtà ricco di conoscenze e di fascino.
L’armonia di questa visione di libertà ha un’origine strettamente legata al non avere nulla di materiale, dare libero sfogo alla creatività.

La ricchezza nel cuore degli artisti

E’ proprio perché un bohémien vede nella società una gabbia che non gli ha consentito di emergere da un punto di vista artistico. Dissociatisi da qualsiasi filone politico, si ripone tutto l’estro del pensiero in uno stile appariscente che diventerà poi una moda. È il motivo per cui spesso chi necessita di cambiare la disposizione della propria casa impulsivamente ma non ha i mezzi per stravolgerla, adopera uno stile elegante e al tempo stesso spartano che lascia appunto risalire ai bohémien.
Uno stile che riporta ad una visione all’infuori della società fuori dalla porta di casa. L’immersione in un vero e proprio sogno ad occhi aperti, dal mondo onirico misto a quello dionisiaco.

Dalla Francia all’Italia la trasformazione del Bohème

Considerati dei gitani nella borghese Parigi del 1600 adesso lo stile del bohémien è considerato invece un lusso. In Francia nasce dal nulla, usando solo la creatività per potersi costruire una vita dignitosa ed estroversa. Adesso in Italia come in altri paesi del mondo questo sembra aver perso il suo smalto di concretezza.
Basta poco materialmente e tanta fantasia per potere oggi trasformare le proprie case in mondi onirici e accoglienti. Se la fantasia dovesse venir meno si può sempre prendere spunto dai gitani originari. E lasciare che quel flusso sfrenato di amore, libertà e sogno prenda forma rapidamente nei nostri appartamenti.

https://it.wikipedia.org/wiki/Boh%C3%A8me_(movimento_artistico)

Autore: Francesca D’Elia

Francesca D’Elia. Studentessa presso la facoltà di editoria e pubblicistica in Salerno. Attratta dalla scoperta del nuovo e dal confronto con persone di diverse etnie e culture, sempre alla ricerca di incredibili storie e fantastiche personalità. Amante della natura, dei suoi suoni e dei suoi colori. Segno zodiacale: bilancia.

Bohémien: gli artisti dell’eccentricità ultima modifica: 2017-01-12T15:38:18+00:00 da Francesca D'Elia