Gennaio nel gergo calcistico significa soprattutto mercato di riparazione. In questo mese riapre infatti il calciomercato, dando modo così alle squadre di rimediare a qualche sbaglio fatto in estate. Ma negli anni ci sono stati alcuni affari d’oro, a dimostrazione che questa sessione di calciomercato non si limita a qualche semplice innesto o prestito low-cost.

Un centrocampo da paura

Se prendiamo tre dei migliori acquisti fatti nel calciomercato di gennaio potremmo schierare un centrocampo semplicemente da paura. I nomi? Nessuna fretta, ora ci arriviamo.
Gennaio 1998. Nel Milan c’è un giovane olandese in cerca di riscatto. Le caratteristiche? Forza fisica, buon piede e occhiali scuri fissi anche in partita. Stiamo parlando di Edgar Davids, soprannominato il Pitbull. Tra i rossoneri proprio non riesce a ingranare, viene così ceduto alla Juventus per 9 miliardi di lire. Il resto è storia calcistica.
Altro affare è stato fatto dall’Inter nel 2004 con Dejan Stankovic. La sua storia è un po’ complessa in quanto era stato, tecnicamente, ceduto alla Juventus l’estate prima. Ma il giocatore serbo, nonostante il contratto firmato, si tirò indietro all’ultimo restando così alla Lazio. Nella sessione invernale Moratti lo convince del progetto nerazzurro e si trasferisce così a Milano, vincendo negli anni successivi praticamente tutto.

calciomercato-stankovic

Un trasferimento più recente, ma comunque di un certo spessore, è quello di Radja Nainggolan dal Cagliari alla Roma nel 2014. Grinta, carattere e duttilità facevano (e fanno) del centrocampista belga uno dei migliori giocatori in Serie A. La squadra sarda iniziò quindi a stargli stretta. Si scatenò così un’asta tra i migliori club italiani. Il classico colpo da fare in estate, ma che prese vita durante il calciomercato di gennaio. La spuntò la Roma con un blitz a sorpresa di Sabatini. E nel giro di due anni Nainggolan è diventato idolo dei tifosi, nonché uno dei migliori centrocampisti in circolazione.

Calciomercato di gennaio: gli altri affari

Ma non sono solo questi i migliori colpi fatti nella sessione invernale. Nel 2011 la Juventus acquista dal Wolfsburg per pochi spiccioli calcistici (300.000 euro) Andrea Barzagli. Il difensore diventa il perno difensivo della squadra bianconera vincendo cinque scudetti di fila. Altro affare è stato quello di Mark Van Bommel. Il centrocampista del Bayern passò al Milan a titolo gratuito nel 2011. Un vero e proprio colpo di mercato. Il suo contributo risultò infatti determinante per la vittoria dello scudetto. Nel gennaio 2008 fece invece il suo approdo in Italia Alexandre Pato. Il Papero in verità era stato acquistato dal Milan l’estate prima, ma per varie vicende legali si trasferì a Milano nella sessione invernale. Il suo esordio contro il Napoli lo vide subito protagonista con un gol. Tuttavia una serie di infortuni lo tenne lontano dai campi per molto tempo, finendo per essere ceduto nel gennaio 2013.

Autore: Gabriele Roberti

Laureato in lettere, fa della scrittura, dei racconti e dei viaggi le sue grandi passioni. Ama girare il mondo, soprattutto attraverso il cibo, e scoprire curiosità e aneddoti di ogni paese. Sogna un lungo viaggio in estremo oriente e poter raccontare, a modo suo, le proprie avventure. Scrive per diversi siti e blog, tra cui www.italiani.it, riportando storie e notizie che riguardano gli italiani nel mondo.

Calciomercato invernale: non un semplice mercato di riparazione ultima modifica: 2017-01-09T14:10:00+00:00 da Gabriele Roberti

Commenti

commenti