Emigrare all’Estero è un’ esperienza che può arricchire sotto il profilo professionale ma anche umano. E’ l’occasione per allargare i propri orizzonti ed imparare le lingue straniere

Nel nostro Paese molti Italiani, magari freschi di diploma o di laurea, prendono in considerazione l’opportunità di andare all’Estero. Diventando in questo modo veri e propri emigrati italiani. Sono soprattutto i più giovani. Ma compiere un’esperienza professionale Oltralpe può essere arricchente a qualsiasi età.  Anche se orientarsi e muoversi da soli non è sicuramente facile.

Esistono piattaforme dedicate agli Emigrati Italiani  all’Estero per lavoro?

La piattaforma Eures riunisce i Servizi pubblici per l’impiego (Spi) dei Paesi dell’UE. Ed anche di quelli See, Spazio economico europeo, compresa la Svizzera, tramite una rete di più di 5000 uffici di collocamento locali. Si occupa inoltre di mettere in contatto la domanda con l’offerta.

Sul sito si possono trovare ogni giorno più di un milione di offerte di lavoro provenienti da tutte le nazioni aderenti. L’iscrizione è gratuita. Non ci sono limiti massimi di età. Occorre essere maggiorenni, avere una laurea o preferibilmente un diploma. Ed anche una buona conoscenza della lingua del Paese dove si intende andare. Le candidature si inviano direttamente via web o, in alternativa, si può fissare un colloquio con il referente Eures più vicino. In ogni Regione ed in quasi tutte le Province esistono centri in cui esperti possono dare una mano a stendere il curriculum. A rispondere agli annunci, ad individuare insieme al candidato le opportunità più adatte. Dare informazioni utili sulle normative, la tassazione o l’assistenza sanitaria. Per gli Italiani che intendono mettersi in gioco le possibilità ci sono. Su 10 candidature, almeno 7/8 vanno a buon fine.

Una lacuna da colmare. Ma agli Italiani interessa davvero uscire dall’Italia?

La risposta è SI. In particolare, tra i più giovani Italiani, cresce l’interesse verso questo tipo di esperienza, che arricchisce non solo sotto il profilo lavorativo ma anche umano.

La nostra grande pecca però, anche se stiamo migliorando, è che non sappiamo le lingue straniere. Questo purtroppo può far fallire una candidatura per il resto ideale.

Gli Italiani che sono pronti a preparare la valigia fanno bene a cominciare a rinfrescare da subito la conoscenza della lingua imparata a scuola. E tu cosa aspetti?

https://ec.europa.eu/eures/public/language-selection

Rossana Nardacci

Autore: Rossana Nardacci

Laurea Magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo presso L’Università Roma Tre.
Corso di Social Media Marketing&Social Listening presso Bloo Srl di Pescara abilitante alla professione di Social Media Manager, professione che svolgo attualmente collaborando con diverse web agency. Mi occupo principalmente di Content Marketing e Social Media Marketing per aziende e liberi professionisti, redigo testi Seo Oriented e curo le strategie per blog aziendali.
Sono Docente di corsi di Social Media Marketing per aziende e futuri professionisti

Emigrati Italiani? Non solo per necessità ultima modifica: 2017-01-26T17:27:16+00:00 da Rossana Nardacci

Commenti

commenti