Concerto previsto per un determinato orario. A causa di una serie infinita di imprevisti giungiamo al palazzetto un attimo prima dell’inizio. Convinti di avercela fatta, giriamo l’angolo e ci ritroviamo in fondo ad una fila interminabile. All’altra estremità diversi addetti controllano gli spettatori uno ad uno prima di farli entrare. Tra perquisizioni, metal detector difettosi ed altro, l’attesa si fa snervante, mentre dall’interno iniziano a farsi sentire le prime note del nostro artista preferito. Scenario tipico, ma che potrebbe non ripresentarsi in futuro. Merito di un’azienda italiana che ha perfezionato un body-scanner di ultima generazione: Evolv Edge.

Lunghe attese

Uno dei principali problemi ai controlli sono le file che si creano durante i vari step. Documenti, bagagli, oggetti personali e quant’altro richiedono, come giusto che sia, un livello di attenzione sopra la media. Questo a causa degli ultimi avvenimenti che hanno scosso (e in parte cambiato) la nostra società. Se prima era possibile portarsi le forbicine nella borsetta, ora siamo costretti a rinunciare anche ad una bottiglietta d’acqua. Ma non solo. Rigidi controlli interessano anche la nostra persona, con il passaggio obbligato nei cosiddetti body-scanner. Questi analizzano tutto quello che indossiamo, col fine di individuare oggetti potenzialmente pericolosi. Purtroppo però, questi sistemi non sono sempre velocissimi, provocando lunghe attese agli ingressi degli aeroporti, stadi, teatri ed altre strutture di pubblico accesso. Per ovviare a questo problema la Gilardoni, azienda che opera nel settore della sicurezza da oltre 50 anni, ha ideato Evolv Edge. Ma di cosa si tratta?

Progettato e realizzato dalla Gilardoni
Il sistema ideato dalla Gilardoni in grado di controllare oltre 600 persone in meno di un’ora

Evolv Edge: gioiello tutto italiano

Evolv Edge all’apparenza non è altro che un body-scanner come tutti gli altri. La differenza però è nella sua tecnologia capace di analizzare, in pochissimi instanti, quello che indossiamo. Oggetti metallici, ma anche e soprattutto materiali esplosivi o armi da fuoco, il tutto senza che il soggetto debba fermarsi per la scansione. Un controllo in tempo reale insomma. In questo modo sarà possibile dimezzare le attese, controllando grandi flussi di persone in pochi minuti. Al nostro passaggio il sistema avviserà l’addetto in caso di possibili minacce, proiettando sul video l’oggetto in questione con la sua posizione precisa. Oltre alla velocità Evolv Edge ha anche il vantaggio di essere facilmente trasportabile. È infatti possibile installarlo in pochi minuti a ridosso di aree d’accesso casuali.
Un grande vantaggio che garantirà rapidi controlli anche ai più ritardatari, consentendo loro di non perdere l’aereo o l’inizio del concerto.

Evolv Edge sarà presentato ufficialmente al Rho Milano Fiera in programma dal 15 al 17 novembre.

Gabriele Roberti

Autore: Gabriele Roberti

Affascinato da sempre dal Lato Oscuro della Forza, abbandona in tenera età l’idea di diventare un Sith. Da quel momento ha iniziato a dedicarsi ad altro: gli studi, il lavoro, le ragazze e i tornei a Fifa. Dopo la laurea in lettere ha iniziato a scrivere senza sosta, arrivando a vedersi pubblicato su vari siti e blog come italiani.it.
Sogna un viaggio in estremo oriente, e di provare almeno una volta tutte le cucine del pianeta. In attesa ovviamente di una chiamata da Lord Fener…

Evolv Edge: il nuovo sistema di sicurezza made in Italy ultima modifica: 2017-11-13T09:30:45+00:00 da Gabriele Roberti

Commenti

commenti