Regina dei giorni di festa, fa un lungo viaggio per approdare sulla nostra tavola ma è ricca di proprietà benefiche per l’organismo

La frutta esotica ormai la troviamo quasi tutto l’anno sui banchi dei supermercati. Di solito si mette in tavola nelle occasioni speciali perché oltre a rappresentare una sfiziosità, porta profumi insoliti e regala una nota vivace di colore. Ma della frutta esotica sono degne di attenzione anche le proprietà nutritive.

Quali sono le proprietà nutritive che caratterizzano la frutta esotica?

Avocado: ha un potere calorico di circa 220 calorie per 100 grammi.  Però contiene Omega 3, quindi apporta acidi grassi “buoni” e svolge una protezione cardiovascolare. Ha anche effetti benefici sull’umore e, grazie alla presenza delle vitamine A ed E, rallenta l’invecchiamento.
Inoltre vanta proprietà antitumorali.  Il contenuto di minerali come potassio, magnesio e fosforo lo rende però poco indicato a chi soffre di insufficienza renale.

Papaya: ha 43 calorie per 100 grammi ed un’alta percentuale di acqua. E’ perfetta per mantenere la linea. Contiene vitamine A,C,K, acido folico e flavonoidi. Il suo contenuto ha un ruolo nella prevenzione del tumore al colon.

Mango: è il principe dei frutti esotici per quanto riguarda le proprietà anti invecchiamento, grazie alla sua ricchezza di potassio, magnesio, calcio, fibre e di una sostanza antiossidante, il lupeol. Ha solo 60 calorie per 100 grammi e può inibire l’assorbimento dei grassi ma non “bruciarli”. E’ però molto zuccherato e quindi non indicato a chi soffre di diabete. Un consumo eccessivo può provocare problemi intestinali e dissenteria.

Ananas: la fama del “brucia grassi” è dovuta probabilmente al fatto che, dopo averlo mangiato, si eliminano più liquidi, con un effetto dimagrante. Anche se le sue calorie sono poche, 40 ogni 100 grammi, abbonda in fibre, iodio, manganese, calcio, fosforo e potassio.

Maracujà: conosciuta come “frutto della passione”, apporta 97 calorie per 100 grammi. Contiene betacarotene ed Omega 6. E’ benefico per la salute della pelle, del cuore e dell’apparato gastrointestinale. Alcuni studi hanno dimostrato che sarebbe indicato per chi è affetto da diabete.

Litchi: apporta 66 calorie ogni 100 grammi. Ha un buon potere digestivo ed antinfiammatorio. La presenza di vitamina C è superiore a quella degli agrumi.

Pitaya: chiamato anche “frutto del drago”, vanta una buona quantità di vitamine, fibre e minerali. Fornisce 36 calorie per 100 grammi. E’ anche energetico, aiuta a combattere gli attacchi influenzali e protegge la pelle.

Durian: meno conosciuto degli altri tipi di frutta esotica e con più calorie (147 ogni 100 grammi). Ha una buccia spinosa ed un odore ed un gusto molto forti, ma si dice che abbia poteri afrodisiaci.. Provare per credere!!

http://www.humanitasalute.it/dieta-e-alimentazione/4152-frutta-esotica-che-passione/

 

Autore: Rossana Nardacci

Laurea Magistrale in Informazione, Editoria e Comunicazione presso L’Università Roma Tre.
Corso di Social Media Marketing&Social Listening presso Bloo Srl di Pescara abilitante alla professione di Social Media Manager, professione che svolgo attualmente collaborando con diverse web agency. Mi occupo principalmente di Content Marketing e Social Media Marketing per aziende e liberi professionisti, redigo testi Seo Oriented e curo le strategie per blog aziendali.
Sono Docente di corsi di Social Media Marketing per aziende e futuri professionisti

Frutta esotica: quante virtù!Ne siamo consapevoli? ultima modifica: 2017-01-05T16:15:20+00:00 da Rossana Nardacci