Il progetto di ricerca “futuro.coop” nasce con l’intento di valorizzare le tante esperienze di innovazione realizzate dalle cooperative sociali in tutto il territorio nazionale individuando opportunità e possibili driver di sviluppo per la cooperazione.

Alla base del progetto c’è l’idea di promuovere l’innovazione diffusa tra le cooperative sociali secondo l’approccio “open source” sviluppando il paradigma dell’open innovation.

In particolare gli obiettivi operativi sono:

realizzare una mappatura nazionale delle esperienze innovative delle cooperative sociali, verificare se le specificità delle cooperative possono rappresentare dei vantaggi competitivi in specifici settori di intervento, sperimentare il modello  open source per la diffusione delle esperienze innovative, realizzare alcune azioni pilota legate allo sviluppo di specifiche filiere produttive.

Per la mappatura nazionale di buone pratiche sono stati utilizzati tre canali:

il primo è rappresentato dai Referenti  Regionali di Legacoopsociali  i quali hanno segnalato le buone pratiche in ambito di innovazione sociale, ed i riferimenti dei responsabile del progetto di innovazione, presenti nella loro Regione. In questo modo è stato possibile inviare, ai responsabili dei progetti, una scheda da compilare dove veniva richiesto di descrivere la cooperativa e il caso di innovazione sociale.

Il secondo canale utilizzato è rappresentato dalla call for paper pubblicata sul sito di Legacoopsociali Nazionale per raccogliere imprese e idee innovative.

Il terzo canale è rappresentato da tutti gli interlocutori autorevoli di Legacoop i quali  hanno segnalato casi di innovazione sociale, successivamente analizzati e inseriti nella mappatura che prevede la selezione e l’analisi  delle buone pratiche facendo una divisione, per settore di intervento e per Regione.

Gli ambiti individuati sono quattro: sviluppo locale, agricoltura sociale, welfare partecipato e rigenerazione degli spazi urbani.

Le Macro-aree di intervento, per l’identificazione delle buone pratiche, sono   individuate in Nord-ovest (Liguria, Lombardia Piemonte), Nord-est (Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Veneto),  Centro (Lazio, Umbria ,Toscana), Sud (Abruzzo, Basilicata ,Calabria, Campania, Molise,Puglia) e Isole.

L’ultimo step della ricerca consiste nello sviluppare un’analisi che faccia emergere in quale settore d’intervento si concentrano le buone pratiche di innovazione sociale, incrociare il settore di intervento con le macro-aree di riferimento e analizzare il rapporto tra cooperative e innovazione.

Futuro.coop è diventato partner del nostro network ultima modifica: 2016-11-15T13:27:53+00:00 da Caterina Spadaro