Nata il 23 settembre 1964 a Goch, città tedesca della Renania Settentrionale-Vestfalia, la canoista Josefa Idem ha avuto una carriera sportiva a due facce, simili ma diverse, una giovanile sotto la bandiera teutonica, una più matura difendendo il tricolore italiano.
Ha partecipato a 8 edizioni consecutive dei Giochi Olimpici, dall’edizione di Los Angeles 1984 a quella di Londra 2012; presente alle Olimpiadi dai vent’anni alla soglia dei cinquanta: una longevità sportiva da record.

Nelle prime due Olimpiadi ha rappresentato la Germania Ovest vincendo un bronzo alla prima partecipazione: sono i Giochi della XXIII Olimpiade di Los Angeles e Josefa Idem ottiene il bronzo nella specialità K2 500 m, in coppia con la Barbara Schuttpelz. Nel 1990 sposa il suo allenatore Guglielmo Guerrini. Con il matrimonio, dal quale nasceranno anche due figli Janek e Jonas, la Idem acquisisce la cittadinanza italiana cominciando a gareggiare per il team azzurro. Le soddisfazioni non tarderanno ad arrivare: ai mondiali di quell’anno a Poznan (Polonia) vince il suo primo titolo iridato nel K1 500 m e la medaglia di argento nei 5000 m. Altro oro ai mondiali di Parigi del 1991, dove la canoista azzurra migliora il piazzamento dell’edizione precedente nel K1 5000 metri.

I successi arriveranno anche negli anni a seguire: dal 1997 al 2002 anellerà tre titoli mondiali, cinque titoli europei e la medaglia d’oro nel K1 500 metri ai Giochi di Sydney del 2000. Altre gioie alle Olimpiadi con gli argenti ad Atene 2004 e Pechino 2008 sempre nel K1 500 m.
A 48 anni, nell’estate 2012, partecipa ai Giochi della XXX Olimpiadi di Londra finendo quinta nella gara del K1 500 metri e diventando l’atleta di sesso femminile con più partecipazioni alla rassegna olimpica.
In totale, nel suo palmares nella canoa/kayak risultano un oro, due argenti e due bronzi alle Olimpiadi, cinque ori, nove argenti e otto bronzi ai Mondiali e otto ori, quattro argenti e tre bronzi agli Europei.

Dopo il ritiro dall’attività agonistica Josefa Idem, dal 2008 Grande ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana su iniziativa dell’allora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, si è dedicata pienamente alla politica (dal 2001 al 2007 è stata assessore allo sport del Comune di Ravenna) presentandosi alle primarie del Partito Democratico in vista delle elezioni politiche del 2013 e ricoprendo l’incarico di Ministro per le pari opportunità, lo sport e le politiche giovanili durante il governo Letta, dal 28 aprile 2013 al 24 giugno 2013.

 

Autore: Antonio Pagliuso

Amo viaggiare, leggere e scrivere. Scrivo per Recensionilibri.org, Lameziaterme.it e sono Capo Redattore di Tennis Circus. Autore del romanzo “Gli occhi neri che non guardo più”.

Josefa Idem, la recordwoman olimpica ultima modifica: 2017-10-02T09:30:51+00:00 da Antonio Pagliuso

Commenti

commenti