Crocevia di popoli e di culture, la Calabria nasconde bellezze di immenso valore. Una di queste è sicuramente la piccola frazione di Le Castella, situata all’interno dell’Area Naturale Marina Protetta di Capo Rizzuto, nel crotonese. Come intuibile dal nome, il piccolo centro è caratterizzato dalla presenza di un castello sul mare e la sua storia inizia da lontano, molto lontano.

Il passaggio di Ulisse

Le origini di Le Castella, come di tanti altri centri della Calabria, sono molto remote. L’area sorge su uno dei tre Japigi, ovvero i promontori di Isola di Capo Rizzuto, Capo Cimiti e, per l’appunto, Le Castella. Il nome Japigio deriva dal popolo che colonizzò quelle coste, ovvero i Japigi. Di questi non si sa molto e ancora oggi si dibatte sulle loro origini.
Successivamente i greci la conquistarono, realizzando una prima fortezza sulla costa e sulle altre piccole isole non molto distanti oggi sommerse. In una di queste, secondo una leggenda, dimorava Calipso, la Ninfa che si innamorò di Ulisse. Ed è proprio qui che la dea trattenne l’eroe acheo per ben sette anni durante il suo viaggio di ritorno.

le castella

Tornando alla storia reale, l’intera zona divenne parte dell’Impero Romano. La piccola fortezza, tuttavia, nella seconda guerra punica ospitò Annibale nelle fasi finali del conflitto. Dopo la sua sconfitta, per motivi strategici, i romani fecero sbarcare tremila coloni fondando il piccolo centro di Castra.
Nei secoli successivi si susseguirono varie civiltà come gli arabi e bizantini. Con il Regno di Napoli poi, Le Castella seguì le sorti del regno fino all’Unità d’Italia.

Le Castella: la fortezza sul mare

Di vivo interesse è sicuramente la fortezza sulla piccola penisola. Costruita durante il periodo greco, negli anni ha subito varie modifiche. L’aspetto odierno lo dobbiamo agli aragonesi che modificarono la struttura trasformandola in un vero e proprio castello. Durante i secoli ha dato prova di grande resistenza sia agli assedi che alle violente mareggiate. Proprio per questo motivo venne proposto il suo abbattimento nel XVII secolo. La ragione? Evitare che potesse cadere nelle mani dei pirati ottomani che in quegli anni saccheggiavano tutto il Mediterraneo. Fortunatamente le proteste dei locali ne impedirono la distruzione, ed oggi siamo in grado di ammirarlo in tutto il suo splendore.

le castella

Gabriele Roberti

Autore: Gabriele Roberti

Affascinato da sempre dal Lato Oscuro della Forza, abbandona in tenera età l’idea di diventare un Sith. Da quel momento ha iniziato a dedicarsi ad altro: gli studi, il lavoro, le ragazze e i tornei a Fifa. Dopo la laurea in lettere ha iniziato a scrivere senza sosta, arrivando a vedersi pubblicato su vari siti e blog come italiani.it.
Sogna un viaggio in estremo oriente, e di provare almeno una volta tutte le cucine del pianeta. In attesa ovviamente di una chiamata da Lord Fener…

Le Castella: il gioiello della riserva di Capo Rizzuto ultima modifica: 2017-09-29T09:30:36+00:00 da Gabriele Roberti

Commenti

commenti