«Buonasera, stiamo per iniziare un viaggio straordinario, unico.» Così si è aperta la prima puntata di Meraviglie, programma televisivo di RaiUno condotto da Alberto Angela. E così è stato per tutte le puntate trasmesse ogni mercoledì. Meraviglie è la televisione che piace agli italiani, con un boom altissimo di ascolti e che riesce ad incantare anche il pubblico social. Meraviglie è il più fulgido esempio di come la TV  possa ancora fare servizio pubblico e di come la gente non ha smesso di emozionarsi dinnanzi le bellezze del territorio italiano.

Alberto Angela
Alberto Angela tra le Meraviglie di Matera

Meraviglie – La penisola dei tesori

Lo spettatore, in un magnifico tripudio di immagini e di parole, ascolta incantato. Vede quel che conosce, scruta nuovi dettagli. Afferra nuove sfumature e si lascia cullare dal timbro di voce del padrone di casa. Alberto Angela è impeccabile, riesce a catturare l’attenzione di chiunque. Non annoia, non arranca, ma conquista. Il suo carisma senza eguali si annoda magistralmente agli splendidi racconti italiani. Meraviglie che si intersecano tra fiction storica e narrazione e arricchiscono l’anima (e la testa) di chi segue senza sosta la puntata.

Dal Cenacolo di Leonardo Da Vinci a Milano a Siena, da Piazza del Campo a Val D’Orcia. Un programma che accoglie ospiti illustri, come Gianna Nannini che racconta la sua Siena. Fotografie perfette, cartoline dall’Italia che prendono vita e lasciano sognare gli spettatori. La Sicilia e Agrigento con la sua Valle dei Templi e il Tempio della Concordia. «Un vascello che ha attraversato le epoche, ogni volta con un equipaggio diverso.» Andrea Camilleri, che ricorda la sua infanzia e l’incontro (proprio davanti il Tempio della Concordia) con Robert Capa, il più grande fotoreporter di guerra.

Valle dei Templi
Alberto Angela e la meravigliosa Valle dei templi di Agrigento

Ancora Meraviglie!

E ancora… la Reggia di Caserta; magnifica residenza dei Borbone, capolavoro d’arte e di ingegneria e le emozioni di Toni Servillo provate da bambino presso la meraviglia casertana. Le Langhe piemontesi, fonte di ispirazione poetica per Paolo Conte ed «esempio eccezionale di integrazione dell’uomo con il suo ambiente naturale.» Le vicende del Risorgimento italiano avviluppate al Castello di Grinzane Cavour e la tenuta di FontanafreddaAssisi, la città umbra legata alle figure di San Francesco e di Giotto. Sono i ricordi da adolescente di Monica Bellucci e le parole di Vincenza Lomonaco, Ambasciatore d’Italia presso l’Unesco a raccontare l’importanza di proteggere il patrimonio culturale.

I Sassi di Matera, le Dolomiti e Pisa con la sua Piazza dei Miracoli. La storia e le curiosità della famosa Torre pendente. La particolarità dell’acustica del Battistero ed il legame di Andrea Bocelli con la sua Pisa. L’emozione provata da Sergio Castellitto al primo contatto con Matera; città del riscatto, scenario idilliaco e set cinematografico per nomi del calibro di Mel Gibson e Pierpaolo Pasolini. Le Dolomiti, la formazione della catena montuosa e i dettagli più curiosi. Il legno degli abeti rossi di Paneveggio, utilizzato per costruire violini e strumenti musicali. Il tutto accompagnato dalle parole del violinista Uto Ughi e dalla visione di due preziosi violini creati con questo straordinario legno: uno Stradivari e un Guarneri del Gesù. Meraviglie è il programma che piace e ci piace. Un viaggio verso l’orizzonte, per conoscere, lasciarsi stupire e diventare più ricchi.

Cristina Gatto

Autore: Cristina Gatto

Mi chiamano Chinaski e come il Perozzi di Amici miei, ho quasi dimenticato che il mio nome è Cristina. Ho una passione viscerale per il cinema e per la musica, colleziono vinili e oltre i libri leggo parecchi fumetti. Amo i gatti (nomen omen). Cos’altro aggiungere? Non pedalo perché non ho voluto la bicicletta, sono irriverente, sempre pronta alla battuta, dotata di autoironia (l’altezza l’avevano terminata) e come Luciano Bianciardi spesso mi domando “chissà se riuscirò a trovare la strada di Itaca, un giorno?”

“Meraviglie” di Alberto Angela ultima modifica: 2018-01-24T09:30:16+00:00 da Cristina Gatto

Commenti

commenti