Michela Cardelli

Oggi vogliamo presentare al pubblico una giovane illustratrice, Michela Cardelli, che con il suo lavoro e il suo talento si prepara ad essere uno dei nuovi volti dell’illustrazione in Italia e all’Estero.
Attualmente Michela è molto impegnata in diversi progetti, ma ha trovato comunque il tempo per rispondere alle nostre domande.
Quando hai iniziato a disegnare?
Sin da piccola all’asilo le maestre hanno scoperto che ero brava a disegnare
Quali sono gli artisti che ti hanno influenzata?
Ho iniziato soprattutto con i manga (i fumetti giapponesi) e mi divertivo a disegnare le fan arts delle mie storie preferite tra cui quelle di Naoko Takeuchi, l’autrice della popolare serie Sailor Moon.
Con l’esperienza e la maturità ho sviluppato uno stile personale.
La tua storia preferita?
Difficile rispondere a questa domanda perché non ho una storia preferita ben precisa. Sono tante e in ognuna posso sempre trovare qualcosa di interessante come fonte di ispirazione.
Attualmente di cosa ti occupi?
Lavoro nel settore dell’illustrazione e design occupandomi di vari progetti, tra cui children books per il mercato estero  e disegno borse nella moda.
Cosa pensi dello stato dell’editoria italiana e in generale della considerazione che ha la gente delle opere d’arte?
Sinceramente non ho mai seguito molto l’editoria italiana ma in base alla mia esperienza ho notato una certa chiusura mentale sugli artisti emergenti che tentano di trovare uno sbocco come illustratore e il mercato è piuttosto fermo. Se non hai un nome o delle referenze è molto difficile iniziare e in Italia è diffuso il concetto di “visibilita’” senza essere retribuito se sei un’artista sconosciuto.
Come vedi la situazione dell’Italia in futuro?
Spero di vedere un futuro migliore e che l’Italia ritorni ad essere un Paese di grandi opportunità
Cosa faresti se domattina fossi nei panni del premier?
Sarebbe un compito piuttosto difficile, sinceramente non saprei cosa fare poiché non mi vedo molto in questi panni. Comunque la prima cosa che mi viene in mente sarebbe quella di abbassare le tasse e incentivare la creatività.
Cosa consiglieresti a chi vuole diventare disegnatore?
Bisogna tenere duro e credere sempre nelle proprie capacità. La determinazione aiuta molto a portare a termine gli obiettivi e continuate a disegnare.

Lasciaci i tuoi contatti
www.facebook.com/MichelaCardelliArt

Un grazie enorme a Michela per il suo tempo.
Speriamo che la sua storia sia di ispirazione a tanti.

Marco Frediani

Marco Frediani

Autore: Marco Frediani

Classe 86, legge e scrive da sempre, ama il wrestling e il paranormale.

Michela Cardelli: illustratrice italiana ultima modifica: 2016-09-05T16:59:44+00:00 da Marco Frediani