Per il nono anno consecutivo, HSBS, la banca con sedi in tutto il mondo, ha pubblicato il suo sondaggio sui migliori Paesi al mondo per gli expat. Raccogliendo direttamente le riposte di chi ha vissuto personalmente l’esperienza dell’emigrazione, ha stilato la classifica dei posti in cui si vive meglio per chi cerca una nuova casa. I criteri considerati sono stati diversi. La situazione economica ha ovviamente un peso decisivo. Dipende sia dal lavoro (occasioni di lavoro, equilibrio tra vita professionale e privata, possibilità di carriera e progressione), sia dalla confidenza nello sviluppo economico di quel Paese. Insieme all’indice di imprenditorialità, alla quantità di risparmi che hanno le persone e alla crescita dei salari nel tempo. Ma conta anche la qualità generale della vita, dalla sicurezza alla facilità nel farsi nuovi amici. E quanto la nuova destinazione sia family-friendly, con buone scuole e tollerante. Vediamo i risultati dell’ultimo sondaggio.

migliori Paesi al mondo per gli expat
Una vista iconica di Singapore, la prima destinazione al mondo secondo gli expat.

I migliori Paesi al mondo per gli expat: Singapore in testa

L’Expat Explorer Survey stilata sulla base dei dati raccolti nel 2016 mette al primo posto dei Paesi in cui gli expat stanno meglio Singapore. Eletto per il secondo anno consecutivo il miglior posto al mondo per vivere e lavorare, è un luogo dove ci sono concrete possibilità di migliorare la propria vita. Il 62% degli expat guadagna più di prima grazie al trasferimento (la media mondiale è del 42%). Praticamente la stessa percentuale riesce a risparmiare più soldi da quando vive a Singapore. Che tu voglia fare carriera nell’azienda in cui lavori, o che tu voglia lanciare una tua impresa, Singapore è il posto giusto per te.

Ma non è solo l’economia che va bene. In generale gli expat che si sono trasferiti a Singapore dichiarano di avere una migliore qualità della vita, di sentirsi più sicuri e di avere a disposizione servizi per la cura e l’educazione dei figli superiori rispetto al Pase d’origine. È infatti la prima destinazione al mondo se si guarda solo ai criteri che riguardano la vita familiare (la seconda per l’economia).

Singapore infatti è una delle città più sicure e pulite al mondo. Qui convivono persone di provenienze e culture diverse, è un luogo assolutamente moderno, ma con un’alta qualità della vita. Un’economia rampante, ma anche una meta turistica sempre più gettonata.

I migliori Paesi al mondo per gli expat: le altre destinazioni

Si conferma al secondo posto di questa speciale classifica la Nuova Zelanda. Premiata soprattutto per la conciliazione tra vita privata e lavoro e per le incredibili opportunità di vivere all’aria aperta e immergersi nella natura. Infatti risulta prima al mondo per la qualità della vita. Sul gradino più basso del podio c’è il Canada, un’altra conferma. Il Paese nordamericano offre natura incontaminata, ottime possibilità di lavoro e un sistema di sicurezza e sostegno sociale invidiabile. Gli expat la considerano anche una nazione aperta e accogliente. E questo è un elemento non certo indifferente quando lasci casa, famiglia, amici e punti di riferimento per trasferirti lontano.

La Repubblica Ceca si trova al quarto posto. Una bella sorpresa per il Paese europeo che lo scorso anno era al 18°. Giovane (visto che si è formato solo dalla separazione con la Repubblica Slovacca nel 1993), ma dalla storia antica, è stato premiato soprattutto per quello che offre alle famiglie, inclusi costi accessibili per i servizi all’infanzia, l’incredibile ricchezza culturale e la qualità complessiva della vita, personale e sociale. Sale dal decimo al quinto posto la Svizzera, grazie alla sua economia che rimane forte e prospera. Ma anche agli scenari naturalistici mozzafiato, tra la Alpi, li laghi e il verde, e la vita rilassata (magari un po’ noiosa) e sicura.

migliori Paesi al mondo per gli expat
La Nuova Zelanda, con la sua natura incontaminata, è la seconda meta preferita dagli expat al mondo.

I migliori Paesi al mondo per gli expat: il fondo della top ten

Norvegia e Austria, rispettivamente al sesto e settimo posto, sono entrambe delle new entry. La prima compare ai primi posti di tutte le classifiche per benessere e felicità. Ha poi una delle aspettative di vita più lunghe al mondo. La seconda ha ottenuto punteggi elevati per la sicurezza e la fiducia nell’economia. Inoltre ha come capitale Vienna, considerata la città più vivibile del mondo al momento.

Chiudono questa classifica Svezia, Barhein e Germania. La Svezia è una nazione per famiglie. Ha una forte sensibilità ambientale, un’economia stabile, ottimi servizi sociali e possibiltà di carriera. Il Bahrein è il punto di riferimento per gli expat che vanno a lavorare nei paesi del Golfo. Liberale, turistico e multiculturale, questo Paese è molto interessante sia dal punto di vista professionale sia per il suo stile di vita rilassato. La Germania è un Paese efficente, molto ricco culturalmente. Ha una splendida natura e moltissimi centri urbani tra cui scegliere, è amata dagli expat per la sua economia forte e stabile e le opportunità di lavoro.

E l’Italia? Si classifica solo 43°. Gli expat ne apprezzano l’incredibile ricchezza di arte e cultura, gli scenari naturali e il cibo.

migliori Paesi al mondo per gli expat
Il Barhein, tra i Paesi del Golfo il più liberale e aperto all’occidente.

I migliori Paesi al mondo per gli expat: le città

L’Expat Explorer Survey ha anche evidenziato alcuni dati relativi alle principali città al mondo. Per esempio, New York e Londra sono le mete più gettonate per chi vuole migliorare il proprio guadagno (la prima) e le proprie opportunità professionali e di carriera (la seconda). Sydney e Toronto sono invece valutate positivamente per la qualità della vita che offrono. ydney per l’integrazione, Toronto per la sicurezza. Dubai, Hong Kong e Zurigo sono le città migliori dal punto di vista finanziario. In particolare, nella città svizzera quasi al metà dei lavoratori guadagna oltre 200 mila dollari. La media mondiale supera di poco il 10%.

Autore: Giulia Gagliardi

Scrivere, scrivere e scrivere. Questa l’ambizione: vivere della propria penna. Nel frattempo studia digital marketing, lavora come freelance per riviste e siti web, collabora con le aziende occupandosi di comunicazione e ufficio stampa e accudisce un piccolo scrittore in erba. Vive nella ridente campagna inglese.

I migliori Paesi al mondo per gli expat: la classifica annuale di HSBS ultima modifica: 2017-04-06T06:59:42+00:00 da Giulia Gagliardi

Commenti

commenti