Al via l’Olimpiade di Rio 2016

Pronti, via! Sabato 6 agosto si aprirà ufficialmente l’Olimpiade di Rio 2016. Per la prima volta nella storia della manifestazione una città sudamericana ospiterà l’edizione estiva dei giochi, proiettando Rio de Janeiro al centro del mondo per tutto il mese di agosto.
La XXXI Olimpiade moderna sarà dunque a tinte verde e oro, con i brasiliani che cercheranno di onorare le numerose discipline che li vedranno impegnati. Ma gli altri paesi non staranno di certo a guardare, anzi si preannuncia una lunga battaglia che vedrà protagonisti centinaia di atleti, tra cui numerosi azzurri.

La squadra azzurra

Superare, o quanto meno eguagliare le 28 medaglie conquistate nelle ultime due edizioni. È questo l’obiettivo azzurro in Sudamerica, e per raggiungerlo l’Italia potrà contare su numerosi atleti di livello internazionale.

Partiamo subito con la portabandiera dei giochi, ovvero Federica Pellegrini reduce dagli Europei di nuoto di Londra che l’hanno vista trionfare nei 200mt stile libero, insieme ai tre argenti conquistati rispettivamente nelle staffette 4×100 stile libero donne, 4×100 stile libero mista e 4×100 misti.
La nuotatrice di Mirano proverà a riscattare le deludenti prestazioni delle Olimpiadi del 2012 e di riconfermarsi ai vertici del nuoto femminile. Ma non sarà sola in questa battaglia. Potrà contare infatti sulle compagne degli europei Silvia Di Pietro, Erika Ferraioli, Martina Carraro e Aglaia Pezzato, oltre a tante altre giovani atlete che fanno della squadra femminile di nuoto azzurro una delle possibili protagoniste di Rio.
Anche il nuoto maschile potrà contare su atleti del calibro di Luca Marin, Luca Dotto, Filippo Magnini e Gregorio Paltrinieri, solo per citarne alcuni, rendendo di fatto le piscine olimpioniche brasiliane possibile terra di conquista di numerose medaglie.

Altra disciplina da sempre ricca di soddisfazione per i colori azzurri è senza dubbio la scherma. Aldo Montano, Arianna Errigo, Elisa Di Francisca e Diego Occhiuzzi, insieme a Cassarà, Baldini, Avola, i fratelli Garozzo, Pizzo, Santarelli, Fichera e la squadra di sciabola femminile composta dalla Gregorio, Gulotta, Vecchi e Bianco proveranno a replicare le sette medaglie conquistate nelle scorse olimpiadi.

Possibili sorprese o riconferme anche dagli sport di squadra. Se il Settebello italiano è in cerca di conferme dopo l’argento ottenuto nell’edizione precedente, il Setterosa dovrà cercare di riscattare il deludente settimo posto di Londra 2012, così come la squadra di pallavolo femminile. Forti speranze invece per la squadra maschile di volley, dopo l’argento e il bronzo del campionato mondiale ed europeo dello scorso anno.

Tornando invece in vasca, da segnalare la squadra azzurra di tuffi capitanata da Tania Cagnotto, desiderosa di conquistare la sua prima medaglia olimpica dopo il tris di ori ottenuto negli europei di nuoto di Londra. Insieme a lei, dalla piattaforma di Rio su tufferanno anche Andrea Chiarabini, Michele Benedetti, Maria Marconi, Noemi Batki, Maicol Verzotto, Giovanni Tocci e Francesca Dallapè. Una squadra di tutto rispetto.

Se per l’atletica leggera i favoriti restano gli atleti americani e africani, maggiori speranze risiedono nella ginnastica artistica con Erika Fasana, Carlotta Ferlito, Vanessa Ferrari, Elisa Meneghinie Martina Rizzelli per la prova a squadre e Ludovico Edalli per le parallele simmetriche. La squadra azzurra impegnata nella ginnastica ritmica vedrà  invece protagoniste le atlete Martina Centofanti, Sofia Lodi, Alessia Maurelli, Marta Pagnini e Camilla Patriarca, mentre Veronica Bertolini gareggerà nell’individuale.

Il tiro al volo e il tiro a segno promettono ugualmente grandi soddisfazioni, merito di Niccolò Campriani, Massimo Fabbrizi e Jessica Rossi, vogliosi di difendere le medaglie conquistate all’Olimpiade di Londra nel 2012, così come la squadra maschile di tiro con l’arco composta da Mauro Nespoli, Marco Galiazzo e la new entry David Pasqualucci.

Forza azzurri!

Questi sono solo alcuni dei 297 atleti convocati in Brasile. Molti alla loro prima manifestazione olimpica, mentre tanti altri, come Giovanni Pellielo, giungeranno a Rio con almeno un’Olimpiade sulle spalle. Il 46enne campione di tiro a volo parteciperà infatti per la settima volta ai campionati olimpici. Un vero e proprio record, e chissà che questa non sia la volta buona per conquistare il tanto agognato oro dopo due argenti ed un bronzo.

Gabriele Roberti

Autore: Gabriele Roberti

Laureato in lettere, fa della scrittura, dei racconti e dei viaggi le sue grandi passioni. Ama girare il mondo, soprattutto attraverso il cibo, e scoprire curiosità e aneddoti di ogni paese. Sogna un lungo viaggio in estremo oriente e poter raccontare, a modo suo, le proprie avventure. Scrive per diversi siti e blog, tra cui www.italiani.it, riportando storie e notizie che riguardano gli italiani nel mondo.

Olimpiade Rio de Janeiro 2016 ultima modifica: 2016-08-04T19:15:47+00:00 da Gabriele Roberti