Alle bilanciate influenze dei progenitori greci e romani si accostano i sapori genuini e decisi tipici della tradizione contadina.
Tra i piatti tipici e le specialità gastronomiche da non perdere a Cosenza spiccano i “cuddrurieddri”, deliziose ciambelle fritte salate. Esse vengono preparate soprattutto per la ricorrenza dell’Immacolata ed in tutto il periodo natalizio, da gustare accompagnate da formaggi locali, come l’ottimo Caciocavallo silano, da salumi fatti in casa e naturalmente da un buon bicchiere di vino rosso locale.
Semplici ma squisiti anche i dolci, in cui fanno spesso capolino i fichi, come il “pallone di fichi”, pietanza di origine contadina in cui i frutti semi-secchi vengono cotti al forno e poi avvolti in foglie d’albero di fico a formare una piccola palla.
Altamente consigliata una sosta allo storico Gran Caffè Renzelli, fondato nel 1803, per deliziare il palato con il dolce tipico cosentino per eccellenza: la Varchiglia, la cui ricetta a base di mandorle, zucchero e cioccolato fu ideata nel ‘300 dalle suore Carmelitane Scalze.

Le eccellenze della tradizione gastronomica di Cosenza. Piatti e prodotti tipici deliziosi.

Le eccellenze della tradizione gastronomica di Cosenza
Il caciocavallo silano DOP è uno dei prodotti tipici della tradizione gastronomica.

Quella del Cosentino è una tradizione gastronomica che vanta numerose eccellenze tra cui il Caciocavallo Silano Dop. Tra i più antichi e famosi formaggi a pasta filata dell’Italia meridionale, in particolare dell’altopiano della Sila, il caciocavallo è prodotto con latte vaccino ed è caratterizzato dalla tipica forma ovale o tronco-conica. Ottimo da solo, accompagnato da pane e verdure o come ingrediente nei piatti della tradizione calabrese.
Soppressata, capocollo, pancetta e salsiccia. E’ questa la prelibata quaterna dei salumi di Calabria DOP, promossa e tutelata da un apposito Consorzio. La loro genuinità è garantita dalla lavorazione artigianale e da materie prime di elevata qualità.
Il pane casereccio è un altro prodotto tipico di Cosenza. Per gustare uno dei pani più buoni della zona, basta recarsi nel piccolo borgo di Mangone, noto come il “paese del pane buono”. Fatto rigorosamente con metodo tradizionale, il pane ha una crosta croccantissima ed un interno soffice e saporito.

Cosenza: una terra di pregevoli vini

Cosenza: una terra di pregevoli vini
Il vino è una delle eccellenze di Cosenza

Tra i tanti piatti tipici ed eccellenze del territorio cosentino, il vino merita un discorso a parte. Negli ultimi anni la viticoltura cosentina ha vissuto una vera e propria rivoluzione, che ha portato alla nascita di numerose cantine ed allo sviluppo di una produzione diversificata e fortemente legata al territorio, ma all’insegna della varietà. Dal 2011 l’intero territorio della provincia rientra nell’area dei vini DOP “Terre di Cosenza”.
Per vivere l’emozionante tradizione della vendemmia, bisogna andare a Donnici, frazione collinare di Cosenza, rinomata per il clima ma soprattutto per i suoi vigneti ed il suo vino, il cui mito è decantato dai diversi murales che abbelliscono il centro storico. Qui ha origine l’ottimo Donnici DOC, nelle tipologie rosso, rosso riserva, bianco, rosato e novello. Ogni anno nel mese di Ottobre, il borgo antico ospita la storica Sagra dell’Uva e del Vino. Essa richiama migliaia di visitatori proponendo degustazioni di vini e prodotti tipici.

Autore: Rossana Nardacci

Laurea Magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo presso L’Università Roma Tre.
Corso di Social Media Marketing&Social Listening presso Bloo Srl di Pescara abilitante alla professione di Social Media Manager, professione che svolgo attualmente collaborando con diverse web agency. Mi occupo principalmente di Content Marketing e Social Media Marketing per aziende e liberi professionisti, redigo testi Seo Oriented e curo le strategie per blog aziendali.
Sono Docente di corsi di Social Media Marketing per aziende e futuri professionisti

Territorio di gran fascino, a Cosenza piatti tipici e numerose specialità agroalimentari. E non mancano innumerevoli sorprese. ultima modifica: 2017-10-12T09:30:40+00:00 da Rossana Nardacci

Commenti

commenti