Dal primo dicembre fino al prossimo 19 febbraio il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano ospiterà la mostra intitolata I mondi di Primo Levi: una strenua chiarezza.
Una mostra interamente dedicata allo scrittore torinese, autore di numerosi romanzi e testimone diretto degli orrori di Aushwitz.
L’iniziativa è promossa dal Centro Studi Primo Levi e la tappa di Milano segue quelle di Torino, Fossoli, Ferrara, Cuneo e Liegi.

I mondi di Primo Levi

In occasione dell’uscita della nuova edizione delle Opere Complete, il museo milanese rende omaggio ad uno dei più grandi scrittori del ‘900.
La mostra ripercorre tutte quelle esperienze che hanno caratterizzato la vita di Primo Levi. Dall’infanzia alla vecchiaia, passando per l’esperienza della deportazione durante la guerra. Un viaggio attraverso gli scritti dello stesso autore, per rivivere con strenua chiarezza le sue più grandi passioni, i successi e gli orrori vissuti. Un percorso dedito non solo alla letteratura, ma anche alla scienza. I mondi di Primo Levi sono infatti molteplici e non si limitano solo all’attività come scrittore. Con la mostra potremo ripercorrere la sua passione per la chimica e la parentesi da scienziato. Ma anche l’amore per la bottega artigianale, la realtà industriale e la sua curiosità nei confronti delle altre arti.

Dalla chimica ad Auschwitz

Oltre ad una ricca varietà di testi, l’esposizione comprende video, interviste e immagini per rendere l’esperienza del visitatore ancora più viva.
Delle tavole dell’artista giapponese Yosuke Taki ci proiettano su Carbonio, l’ultimo dei racconti de Il sistema periodico. La storia di un atomo di carbonio dagli albori dell’universo alla nascita della vita. Un viaggio straordinario che testimonia la passione per la scienza e la scrittura di Primo Levi.
Spazio anche alla parentesi di Auschwitz, con la sezione Viaggio verso il nulla/il cammino verso casa. Con una carta geografica illustrata potremo ripercorre il tragitto dal campo di Fossoli fino in Polonia. Sarà inoltre possibile, attraverso i frammenti degli scritti di Levi, rivivere il suo ritorno a casa.
Un viaggio che racchiude non solo dolore e sofferenza, ma anche cambiamento e rinascita. E che ha dato vita ad uno dei romanzi più significativi e profondi dell’intero Novecento: Se questo è un uomo.

Qui il link della mostra

Gabriele Roberti

Autore: Gabriele Roberti

Laureato in lettere, fa della scrittura, dei racconti e dei viaggi le sue grandi passioni. Ama girare il mondo, soprattutto attraverso il cibo, e scoprire curiosità e aneddoti di ogni paese. Sogna un lungo viaggio in estremo oriente e poter raccontare, a modo suo, le proprie avventure. Scrive per diversi siti e blog, tra cui www.italiani.it, riportando storie e notizie che riguardano gli italiani nel mondo.

Primo Levi: in mostra a Milano vita e passioni dello scrittore ultima modifica: 2016-11-28T18:30:21+00:00 da Gabriele Roberti