All’estremità meridionale della nostra penisola, con i suoi oltre 780 km di costa, si estende una tavolozza di colori e di natura unici in tutto il mondo. È la Calabria, sintesi quasi perfetta di tutto il panorama italiano, in un un tour di colori, sapori, tradizioni e bellezze paesaggistiche.

Calabria terra d’amore, incastonata a est dal mar Ionio e a ovest dal Tirreno. Questa regione regala panorami di straordinaria bellezza. Mari cristallini, ripidi monti, selve, scogliere, gole fluviali e strapiombi di roccia che si immergono nelle coste selvagge e limpidissime.

Fra i tratti litoranei più suggestivi, ricordiamo la Riviera dei Cedri. Qui le rocce calcaree, interessate da fenomeni carsici, danno origine a grotte marine dai colori sgargianti, come la Grotta Azzurra e del Leone dell’isola di Dino. Ad Acquappesa si erge maestoso lo Scoglio della Regina, quasi un faraglione, oggetto di numerose leggende.

Da Tropea a Pizzo Calabro, da Bagnara a Capo Rizzuto, si passa dalle lunghe e calde spiagge di Nicotera alle scogliere granitiche di Capo Vaticano. Dalle sabbie finissime ai ciottoli multicolore.

Nell’entroterra calabrese vi sono ben tre parchi naturali. Il Parco del Pollino, dell’Aspromonte, della Sila.

E’ proprio nella riserva naturale della Sila che possiamo scorgere i Giganti di Fallistro. Si tratta di pini larici ultracentenari di grandiose dimensioni. Un susseguirsi di montagne e foreste maestose, rilievi e colline, laghi e pinete, valloni e spettacolari cascate, fianchi scoscesi e ripidi crinali rocciosi.

Si possono trovare alcuni veri e propri monumenti scolpiti dal vento. Come Pentedattilo, che ricorda una ciclopica mano che sbuca dal terreno. Questa è definita come una tra le più strane delle dimore dell’umanità.

Stupore e meraviglia colgono lo spettatore nel vedere Chianalea, antico borgo dei pescatori di Scilla. Qui le case sorgono direttamente sugli scogli e il Castello Ruffo domina sullo Stretto di Messina.

Storia e cultura affondano radici in tempi preistorici. A testimonianza di ciò la grotta del Romito. È uno dei siti più antichi d’Europa. Ed è proprio il Museo Nazionale di Reggio Calabria ad ospitare gli spettacolari bronzi di Riace, risalenti al V sec a.C.

Miti e leggende avvolgono il passato calabrese, come quello che vede Aschenez, pronipote di Noè. Questo mercante semita ed inventore della barca a remi, giunse tre generazioni dopo il diluvio universale sulle sponde dove fu fondata Reggio.

E come dimenticare la mitologica figura della sirena Ligea che si gettò in mare dall’alto di una rupe in seguito al passaggio di una nave uscita indenne dal suo canto ammaliante. Le onde del mar Tirreno avrebbero rigettato il corpo di Ligea sulla riva tirrenica della Calabria, presso Terina.

Numerosi i luoghi sacri, le chiese, i monasteri sparsi sul territorio. Come a Serra San Bruno, dove Bruno da Colonia fondò la Certosa, primo monastero d’Italia.

O la suggestiva e particolarissima chiesetta di Piedigrotta in località Pizzo. Interamente scavata nelle rocce tufacee la Chiesa di Piedigrotta rappresenta un unicum nel suo genere ed un fiore all’occhiello per tutta la regione. Con il suo altare sacro, i gruppi di statue, capitelli con angeli, bassorilievi con scene sacre, affreschi sulla volta della navata centrale e su quella dell’altare maggiore, tutto ricavato dallo stesso tufo.

In Calabria prospera inoltre un’antica e solida tradizione enogastronomica. Essa mescola sapientemente sapori intensi e genuini di origine contadina, profumi di terra e di mare, dolce e piccante, che creano una sinfonia di aromi e spezie unica in tutto il mondo.

Come non citare allora alcuni dei prodotti più rinomati della punta dello stivale, come il bergamotto di Reggio Calabria, il capocollo, le clementine, la pregiatissima liquirizia, il tartufo gelato di Pizzo, la cipolla rossa di Tropea. Tutti con marchio DOP e IGP.

Calabria ultima modifica: 2017-09-27T18:59:56+00:00 da Luigi Zurzolo

Calabria: dalle
Team:
CITTA'

Calabria: DAL NETWORK