L’immagine che si ha della Thailandia è spesso legata alle attrazioni turistiche come le spiagge incontaminate e le acque cristalline piene di vita marina. Ma la Thailandia è anche una potenza economica emergente. Per questo motivo l’Ambasciata italiana a Bangkok, in collaborazione con la Farnesina ha deciso di organizzare l’Italian Festival in Thailand 2016, una serie di eventi culturali. iniziati lo scorso gennaio che si concluderanno a dicembre. Lo scopo del festival è quello di far conoscere l’italianità in tutte le sue sfaccettature al Paese asiatico.

Ben 50 eventi nell’arco di dodici mesi, con musica, arte e cinema

L’elenco degli eventi è lunghissimo. Si va dal concerto di Giovanni Allevi alle note jazz di Enrico Rava, dall’arte contemporanea ai workshop di architettura e design, dai tributi a Fellini e Mastroianni alle ultime pellicole italiane. Durante questi mesi Bangkok è stata conquistata dal fascino della nostra cultura, ampliando i ponti che congiungono i due paesi. Ma fino a dicembre sono ancora molti gli eventi in programma. Tra questi le mostre di arte contemporanea di Keziat e di Voci e ancora tanta musica jazz, arte e archeologia.

Thailandia: un occasione unica per l’Italia

Come ha ben spiegato l’Ambasciatore italiano in Thailandia Francesco Saverio Nisio: Bangkok, che supera ormai i 15 milioni di abitanti, è uno hub dinamico al centro dell’Asia. Ben lontano dagli stereotipi tutti spiagge e pagode. Qui il dinamismo è vertiginoso come i grattacieli che si moltiplicano e la competizione culturale di primo livello. Un Paese come l’Italia deve utilizzare il soft power per promuovere la sua immagine. Attrarre simpatie, visitatori, investimenti e contratti.

Il festival, finanziato da imprese di entrambi i paesi, ha quindi in parte già raggiunto il suo scopo. Rafforzare lo scambio culturale ed economico tra Italia e Thailandia anche grazie alla grandissima partecipazione da parte del pubblico

http://www.ambbangkok.esteri.it/

 

Andrea Castello

Autore: Andrea Castello

Nasce come restauratore di opere d’arte a Venezia, dove collabora anche con vari giornali locali e nazionali. Si sposta prima in Francia e poi a Malta dove lavora come istruttore di sub per alcuni anni. Le grandi passioni che guidano la sua vita sono la pittura, la buona cucina e naturalmente la scrittura.

Thailandia: Italian Festival 2016 ultima modifica: 2016-09-28T10:58:24+00:00 da Andrea Castello