Un futuro sempre più robotico targato Made in Italy. Dopo avervi infatti parlato del robot-fattorino e del robot-infermiere, questa volta è il turno del primo robot-barista al mondo. Lavora al Tipsy Robot di Las Vegas, e in poche settimane ha già servito migliaia di drink diventando una vera e propria attrazione turistica.

Un drink al Tipsy Robot

Tutti pazzi a Las Vegas. No, non è il titolo di un film, ma la sensazione che si prova quando si passeggia all’interno del Miracle Mile Shops. Qui si trova un bar particolare. Non tanto per quello che serve, ma per chi lo serve. A preparare i cocktail sono infatti due braccia robotiche completamente automatizzate. Una vera e propria innovazione, voluta dal proprietario del Tipsy Robot: l’italiano Rino Armeni. Di italiano qui però non c’è solo colui che ha fatto richiesta del nuovo barista, ma anche l’azienda che glielo ha fornito: la torinese Makr Shakr. Ma come funziona? Il cliente si siede normalmente al tavolo ed effettua l’ordinazione attraverso un iPad. Ricevuto l’ordine, il braccio di Tipsy inizia a preparare il drink attingendo dalle centinaia di bottiglie posizionate proprio sopra di esso. Tempo massimo: 3 minuti.

Tipsy Robot

Dopodiché il cameriere (questa volta umano) consegna il cocktail al tavolo. Volendo si può anche bere al bancone, ma non aspettatevi grandi chiacchierate. Il difetto del Tipsy Robot è infatti quello di avere baristi decisamente silenziosi. Se desiderate un po’ di conforto nelle parole di chi vi serve è meglio cercare un altro bar.

Una città ipertecnologica

Il Tipsy Robot ha aperto lo scorso luglio, e in pochi mesi è divenuta meta ambita da tutti i nerd, turisti e semplici curiosi. Ma la tecnologia a Las Vegas regna sovrana da decenni. Qui ogni anno si tiene infatti il famoso CES di Las Vegas, dove vengono mostrate al pubblico tutte le più grandi innovazioni tecnologiche del momento. Grandi aziende, piccole start-up o semplici inventori affollano i padiglioni della manifestazione, in scena nel mese di gennaio. Nell’ultima edizione, di cui vi abbiamo parlato nei mesi scorsi, a farla da padrone sono state le auto del domani. Ovvero quelle elettriche e con guida autonoma come Portal, il modello prodotto dalla Fiat-Chrysler.

Tipsy Robot

Autore: Gabriele Roberti

Affascinato da sempre dal Lato Oscuro della Forza, abbandona in tenera età l’idea di diventare un Sith. Da quel momento ha iniziato a dedicarsi ad altro: gli studi, il lavoro, le ragazze e i tornei a Fifa. Dopo la laurea in lettere ha iniziato a scrivere senza sosta, arrivando a vedersi pubblicato su vari siti e blog come italiani.it.
Sogna un viaggio in estremo oriente, e di provare almeno una volta tutte le cucine del pianeta. In attesa ovviamente di una chiamata da Lord Fener…

Tipsy Robot: a Las Vegas un robot-barista che parla italiano ultima modifica: 2017-09-22T09:30:20+00:00 da Gabriele Roberti

Commenti

commenti