Dal fondale alla superficie: Riviera del Corallo

È sin dall’antichità che i sottomarini sardi accolgono rare bellezze. Il Corallo è uno degli elementi attorno alla quale Alghero ha costruito un modo di essere. La Riviera del Corallo è infatti nota per la generosità del mare, che ha da offrire molti coralli. Lo spettacolo che la natura ha da proporre ad Alghero così è fantastico. Nel vivo colore rosso che spicca nel limpido fondale si può ammirare qualcosa che l’uomo e l’inquinamento ancora non hanno distrutto.
Per questo la Riviera del Corallo è uno dei luoghi più noti. È qui che gli abitanti si prendono cura dei coralli cogliendoli quando pronti. La loro lavorazione impreziosisce ulteriormente il territorio di Alghero poiché i coralli sono proprio tipici del posto. Così facendo sono le stesse bellezze della Riviera a fornire un pregiatissimo movimento di mercato fra i più richiesti.
Il litorale è frastagliato e ricco di insenature che rendono il panorama caratteristico sardo originale.

Corallo della Sardegna
Corallo della Sardegna

Le Grotte di Nettuno: la casa di un dio

Capo Caccia è imponente sulla Rada di Alghero. Tutto intorno, dalla Riviera del Corallo alle Grotte di Nettuno ci sono dei piccoli luoghi incantevoli da esplorare. Così vicini da far quasi credere di ritrovarsi immersi in uno scenario onirico. Le Grotte di Nettuno non sono accessibili facilmente. Per questo di solito è necessario verificare le condizioni meteo o la serenità delle acque prima di poter organizzare una gradevole escursione all’interno delle Grotte di Nettuno. Alcuni cunicoli delle Grotte di Nettuno sono davvero ardue! Certo, vale la pena affrontare qualche sforzo fisico per vivere un’esperienza simile immersi nel mondo delle Sirene! Inutile dire che la tipicità di questo luogo ha fatto sì da portare non solo numerosi visitatori ma anche tantissimi progetti che vedevano protagonista la conformazione insolita di quella zona di Alghero. Fortunatamente il territorio non è stato toccato, bensì salvaguardato e messo a disposizione per alcune pellicole.

Riviera del Corallo
Riviera del Corallo

Rada di Alghero: il miracolo delle insenature

Ma restando in superfice si può respirare l’aria della Rada di Alghero. Insenature montuose aperte sul mare. Un’altra nota particolare del territorio di Alghero che ormai è noto proprio per le sue tante bellezze. Questo panorama è lo stesso che conduce alle acque dei coralli, e poi alle grotte. Le insenature così poste consentono l’affluenza di notevoli bellezze. Quelle che poi fanno sì che Alghero faccia parlare di sé e che ancora una volta si ringrazi la Madre Terra per le meraviglie concesse all’Italia.
è tra l’altro un “porto sicuro” in caso di tempesta in mare. Chiunque nei paraggi necessiti di riparo può recarsi nella Rada di Alghero, garanzia di sicurezza che per sua conformazione può proteggere le imbarcazioni e i naviganti dalle intemperie a cui spesso quella costa è soggetta.
Così estesa che su di essa vi sono alcuni centri abitati che possono beneficiare della comodità di avere a portata di mano un’incantevole luogo di benessere e bellezza.

Francesca Shissandra

Autore: Francesca Shissandra

Francesca D’Elia. Studentessa presso la facoltà di editoria e pubblicistica in Salerno. Attratta dalla scoperta del nuovo e dal confronto con persone di diverse etnie e culture, sempre alla ricerca di incredibili storie e fantastiche personalità. Amante della natura, dei suoi suoni e dei suoi colori. Segno zodiacale: bilancia.

Tra coralli, divinità e insenature: Alghero ultima modifica: 2017-08-15T11:01:29+00:00 da Francesca Shissandra

Commenti