notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Ecco lo scenario di quest’estate. Si pensa sempre alle vacanze, al sole, al mare e purtroppo c’è una postilla negativa sul panorama italiano. L’Italia brucia. Ogni estate si coglie l’occasione per appiccare incendi in diversi punti d’Italia. Il verde totalmente raso al suolo dai piromani. Perché si, non sempre si tratta di un’emergenza spontanea. Non è sempre una calamità naturale a generare gli incendi lungo lo stivale.

In questi casi davvero in estate non c’è tregua. Si appicca il fuoco in un attimo e poi prima di spegnerlo trascorrono lunghe giornate. Guardando quelle montagne bruciare è uno spettacolo amareggiante.
Quest’anno sembra essere uno dei peggiori. I focolai sono dappertutto, e i nostri Vigili del Fuoco sono incessantemente a lavoro, stanchi e stremati, respirando quei fumi causati dall’uomo.
Uno degli incendi che più ha scosso il cuore degli italiani è stato appiccato ai piedi del Vesuvio.
Napoli ha assiste sconvolta nel vedere il simbolo della città che in un’unica vampa fa fuori diversi ettari di verde. Nelle case vicine l’aria irrespirabile, le nubi coprono il cielo sopra Napoli.

Canadair
Canadair

I risultati degli incendi in soli pochi mesi

Ma il capoluogo Campano non è l’unico ad aver subìto danni causati dal passaggio dei piromani. Dichiarata l’estate peggiore degli ultimi anni a causa dell’emergenza incedi anche Ostia è stata una preda. La regione Lazio con più di mille ettari si ritrova all’interno dell’urgenza.
La ridente e solare Toscana ha quest’anno avuto la sfortuna di essere una delle prime in classifica. In diversi punti della regione la Toscana ha continuato a bruciare per diversi giorni. Così come la Puglia e la Sardegna, che invece ogni anno sembra essere un bersaglio costante. Ma non significa questo che i Vigili del Fuoco, competenti e preparati per questo tipo di emergenze, non sappiano come affrontare la situazione. Sicuramente quest’estate ha comportato più preoccupazione rispetto alle precedenti. Ma i nostri Vigili, premiati come i migliori in Europa, stanno ben fronteggiando la situazione.
Purtroppo la regione che sta subendo il maggior numero di incendi è la Sicilia con 13.052 ettari. Questa sin da giugno sta presentando numerose difficoltà nel fronteggiare la crisi dei piromani che si aggirano sul territorio.

Incendi in Italia
Incendi in Italia

2017: un’estate da dimenticare

Pare che nell’arco di questi due mesi d’estate siano stati bruciati un totale di ettari pari all’interno anno 2016. Uno strazio. Ad accusare il forte danno sono le aziende agricole soprattutto. Ma la rabbia degli italiani nel veder bruciare le proprie montagne è inenarrabile. Fra gli incendi nella macchia mediterranea non è stata salvata neppure la Calabria, con 5.286 ettari anch’essa posta fra i primi posti per l’emergenza.
Purtroppo tramite il calcolo degli esperti si stimano pochissimi incendi dovuti per cause naturale. È la mano dell’uomo stesso che sta distruggendo la nostra terra.
Quest’estate 2017 è sicuramente una delle più tristi.

L’Italia che brucia ultima modifica: 2017-07-26T07:42:14+02:00 da Francesca Shissandra

Commenti