notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

I pici sono un tipo di pasta fatta a mano, simili agli spaghetti ma più larghi, tipici del sud della Toscana, in particolare della val d’Orcia, della val di Chiana, del Monte Amiata, della Provincia di Arezzo fino a spingersi alla confinante provincia di Viterbo, dove però sono chiamati umbrichelli o lombrichelli. La pasta con ceci e baccalà è invece un primo piatto del sud Italia e in particolare del Gargano. In queste zone viene consumato come portata principale nella cena della vigilia di Natale. In più io da buona lucana, uso come nella tradizione regionale, cucinare il baccalà coi peperoni cruschi; si sposa perfettamente come gusto. Unendo questi abbinamenti e ingredienti è nato questo mio piatto davvero squisito, ma genuino e nutriente.

Tempo di realizzazione: 90 minuti
Grado di difficoltà (da 1 a 5): 2

Ingredienti per 4 porzioni

Per la pasta
100 g di farina di ceci
300 di farina bianca mista a semola rimacinata di grano duro 
q.b. di acqua tiepida
1 pizzico di sale

Per il condimento
300 g di baccalà già ammollato 
10 peperoni secchi di Senise 
1 spicchio d’aglio 
abbondante olio extravergine di oliva 
una grossa fetta di pane casereccio
sale 

Pici con farina di ceci baccalà e peperoni cruschi - pici appena stesi

Procedimento per realizzare i Pici con farina di ceci, baccalà e peperoni cruschi

Setacciare le farine in una ciotola; fare una fontana al centro e aggiungere sale e acqua, poca alla volta fino a compattare il tutto. Lavorarlo con energia per 10 minuti. Ottenuto un impasto morbido e liscio, coprirlo con pellicola per alimenti, poi far riposare per almeno 30 minuti.
Riprendere l’impasto e lavorarlo un pezzo alla volta per allungarlo (deve avere lo spessore di 1 bucatino circa), quindi tagliare della lunghezza desiderata e infarinare; poggiare su una spianatoia.

Condimento
Pulire i peperoni secchi di Senise con un panno asciutto e svuotarli da semi e filamenti. Nel frattempo lessare il baccalà in acqua bollente per 10 minuti; scolare, spinare e sfilettare. I peperoni cruschi vanno poi fritti in olio evo caldo ma non troppo bollente, per pochi secondi e uno alla volta, quindi scolare su carta da cucina e lasciarli raffreddare (diventano croccanti in questa fase); una parte di essi va poi sbriciolata mentre una parte va lasciata per intero per servire e accompagnare il piatto.

Pici con farina di ceci baccalà e peperoni cruschi in piatto di terracotta

In una padella soffriggere 1 grosso spicchio d’aglio tagliato in pezzi, togliendo il germoglio centrale, in olio evo e una volta dorato eliminarlo e passarvi il baccalà e i peperoni cruschi sbriciolati a insaporire, mescolando bene per qualche minuto. In un altro padellino mettere 1 filo di olio evo e la mollica di pane sbriciolata; far soffriggere mescolando continuamente sino a doratura. Lessare la pasta per 5 /6 minuti (fare sempre prova assaggio) e passarla nel condimento e mantecare con un goccio di acqua di cottura della pasta.
Impiattare e servire coi peperoni cruschi interi, dei pezzetti di baccalà e una spolverata di mollica di pane fritta.
La ricetta è stata realizzata da Ornella Pasquariello.

Marco Spetti

Autore: Marco Spetti

Ma chi è Marco Spetti? Un appassionato di gastronomia che un bel giorno ha deciso di fondare un gruppo su Facebook, insieme alla sua amica Maria Antonella Calopresti, che porta il titolo di “Quelli che… non solo dolci”, un gruppo nato 2 anni fa e che oggi conta più di 30.000 iscritti. Un gruppo dove si condividono ricette, esperienze ed esperimenti il tutto in un clima goliardico. Vanta collaborazioni con importanti riviste di pasticceria.
Pici con farina di ceci, baccalà e peperoni cruschi ultima modifica: 2019-03-27T09:00:28+02:00 da Marco Spetti
Lascia il tuo voto:
recipe image
Nome Ricetta
Pici con farina di ceci, baccalà e peperoni cruschi
Nome Autore
Pubblicato il
Tempo Totale

Commenti