Alla ricerca della pace. La vita zen a San Ginesio

L’esigenza di fuggire dagli impegni quotidiani si fa troppo spesso pressante. L’ideale per riuscire a svaporare la testa ma non allontanarsi uscendo dai confini italiani si trova proprio nel cuore dell’Italia.
Wabi Sabi Culture è una sorprendente oasi che dà la possibilità di cambiare momentaneamente dimensione rimanendo nelle Marche. Un luogo apertosi nel 2002 a San Ginesio. Offre l’opportunità di viaggiare fuori dagli amati confini italiani senza fare troppi chilometri.

Soprattutto per coloro che sono alla ricerca di un angolo di pace sembra essere il posto più adatto dove concedersi un po’ di amore per se stessi.
Wabi Sabi Culture vuole creare comfort e riparo dagli affanni quotidiani. Ci si concede una pausa tutta orientale pur essendo immersi in una realtà occidentale. Per gli amanti dell’Oriente, delle sue tradizioni, usanze e dello stile di vita Zen, questo è l’ideale. Inoltre Wabi Sabi Culture è un luogo esteticamente gradevole e sereno; la struttura del posto è tipica del Giappone.

wabi sabi culture
wabi sabi culture

Meditazione e tè al Wabi Sabi Culture e…

Dalla locanda dove è possibile addormentarsi e trovare riposo, alla sala da tè. Nulla è sfuggito alla cura del personale che ha ideato il tutto proprio per far sentire il cliente dall’altra parte del mondo.
Wabi Sabi Culture non è un normale resort. è un posto che immergendosi nel cuore dell’Italia ha dato la possibilità ai molti già vicini a questo mondo di pace di trovare un senso di familiarità. Ciò grazie ai responsabili di quest’idea. Serenella Giorgetti e suo marito Riccardo hanno messo in piedi tutto ciò con accuratezza di dettagli e conoscenza.

Per chi è attratto dall’arte delle meditazione, la riconciliazione della mente con il corpo e il recupero delle energie perdute durante lo stress lavorativo e non solo. Wabi Sabi Culture ha tanto da dare ai suoi utenti.
La proposta del bagno giapponese, o del pomeridiano tè verde è già rigenerante solo al pensiero che ci sia tale opportunità. Una specialità unica sul suolo italiani ed europeo.

wabi sabi culture

…non solo relax

In più periodicamente all’interno del Wabi Sabi Culture sono organizzati incontri e seminari. Questi si propongono proprio di avvicinare o spiegare quello che è il pensiero della meditazione.
Tutto questo alla presenza di maestri d’arte giapponesi di sado, cerimonia del Tè, ikebana, arte dell’arrangiamento dei fiori recisi, origami, arte del piegare la carta, shodo, arte del calligrafico. Imparare l’arte dell’aromaterapia, o quantomeno godere dei propri frutti. Sensibilizzarsi di più al tema che noi occidentali talvolta percepiamo come lontano e distaccato, ma invece quanto mai vicino, acuendo la propria percezione.

Inoltre c’è vi è un approfondimento sulla cultura buddhista, la possibilità di imparare la meditazione come preghiera e il tantra, grazie a un Tempio per la pace.
Per chi abita nella zona è un’occasione da non perdere. Per chi avesse voglia di scappare dal caos, dai claxon, dallo smog ed è alla ricerca disperata di un po’ di silenzio per ascoltare i propri pensieri e placarli questo è il luogo più adatto.

http://www.wabisabiculture.org/

Francesca Shissandra

Autore: Francesca Shissandra

Francesca D’Elia. Studentessa presso la facoltà di editoria e pubblicistica in Salerno. Attratta dalla scoperta del nuovo e dal confronto con persone di diverse etnie e culture, sempre alla ricerca di incredibili storie e fantastiche personalità. Amante della natura, dei suoi suoni e dei suoi colori. Segno zodiacale: bilancia.

Wabi Sabi Culture: nelle Marche un angolo di Giappone ultima modifica: 2017-05-26T07:15:37+02:00 da Francesca Shissandra

Commenti