Si è svolta a Modica presso l’Auditorium P. Floridia, con il patrocinio del comune di Modica, la sesta edizione dell’evento TUTTI INSIEME PER LA VITA, quarto premio Sicurezza Stradale e Legalità. L’evento è stato organizzato dall’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada – Provincia Ragusa, presieduta da Biagio Lisa. Durante la serata sono stati consegnati attestati di merito a chi collabora attivamente per porre finalmente fine alle stragi stradali. Sono stati tanti gli interventi nel corso dell’evento al quale hanno partecipato anche autorità civili e militari.

E’ stata una serata caratterizzata da sentimenti forti, primo tra tutti, il Dolore di chi ha perso prematuramente una persona cara e poi, anche, il Coraggio, la Giustizia, la Solidarietà, l’Informazione, l’Attenzione al Valore della Vita. L’organizzazione ha svolto il suo compito in modo eccellente, riuscendo a alternare il racconto delle esperienze di dolore con momenti di spettacolo e persino di leggerezza. Ha arricchito la serata, con il suo canto, anche la soprano Giulia Miscioscia.

Sesta edizione dell’evento Tutti Insieme per la Vita

La serata è stata presentata dal giornalista Lucio Di Mauro affiancato da Denise Fabbiano. Di Mauro ha condotto con professionalità e delicatezza un evento forte, fitto di testimonianze importanti, usando tutto il garbo e l’attenzione dovute a chi era presente in sala per testimoniare la perdita di una persona cara a causa di un incidente stradale.
Tra gli intervenuti, Giuseppa Cassaniti Mastrojeni, presidente nazionale della Associazione Italiana Familiari Vittime della Strada. Le sue parole non lasciano spazio a interpretazioni, il messaggio è univoco, bisogna fermare le stragi stradali e tutelare i diritti delle vittime. Queste le sue parole “I problemi del territorio ci appartengono e dobbiamo mobilitarci per conseguire l’obiettivo Zero Vittime entro il 2030. La sicurezza stradale va ottenuta attraverso il coordinamento, le infrastrutture, il controllo, l’informazione e la formazione“. “Dobbiamo dare giustizia ai superstiti riconoscendo alle vittime pari dignità processuale dell’imputato“. “I ragazzi devono capire che lo sballo non significa ubriacarsi o drogarsi ma, divertirsi nel rispetto della VITA“.

E poi, è arrivato il momento delle testimonianze delle mamme coraggio che sono state invitate a salire sul palco a raccontare la loro purtroppo tragica storia. L’attenzione era altissima e le emozioni si controllavano a stento. La commozione e la solidarietà erano tangibili nell’ascoltare le storie delle mamme coraggio che raccontavano dei loro figli prematuramente scomparsi perchè vittime della strada.

Nel corso della serata sono state premiate persone che si sono distinte con azioni rivolte alla sicurezza stradale e legalità. Hanno ricevuto l’Attestato di merito: il Prof. Avv. Manlio Caruso presidente fondazione Astrea; il Dott. Rosario Cannizzaro comandante polizia municipale di Modica; l’Avv. Sabina Spadaro in ricordo di Biagio Spadaro; Maria Assunta Partesotti sede AIFVS Modena; Paola Stranges presidente fondazione italiani.it; Giorgio Giunta resp sede AIFVS Vigevano; il Gruppo mamme coraggio contea di Modica; l’Associazione gruppo Arche’; l’Asp 7 Ragusa progetto non scommettere sulla tua vita; Andrea Liverani campione paralimpico vincitore di 16 medaglie d’oro; Angelo Giurdanella Vescovo di Mazara del Vallo.

Fonte fotografie: Antonino Giurdanella

A Modica, Tutti Insieme per la Vita, 4° premio Sicurezza Stradale e Legalità ultima modifica: 2022-10-03T15:50:00+02:00 da Paola Stranges

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x