notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Si chiamerà Pista 500, e sorgerà a Torino, il giardino pensile più grande d’Europa. La sua location? Il tetto del Lingotto, l’ex fabbrica di automobili FIAT che l’architetto Renzo Piano ha trasformato in un centro congressi, oltre che nella sede dell’Auditorium Giovanni Agnelli e della Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli.

Giardino pensile più grande d'Europa - Pista 500
Sorgerà sul tetto del Lingotto a Torino il giardino pensile più grande d’Europa – credit ufficio stampa Stellantis

Come sarà il giardino pensile più grande d’Europa

Olivier François, amministratore delegato del marchio Fiat e direttore marketing di Stellantis, ha annunciato con orgoglio il progetto del giardino pensile più grande d’Europa. Che sarà anche uno dei più estesi del mondo. L’idea iniziale sarebbe stata quella di inaugurare a luglio questo nuovo spazio, destinato alla collettività e aperto a tutti, ma non sarà possibile. E, per una volta, non c’entra la pandemia: è la natura a richiedere tempo, con le piante che devono crescere per tingere di verde la “pista alta” del Lingotto. “Penso che inaugureremo intorno al 22 settembre, giorno più giorno meno. E sarà bellissimo” ha detto. A progettarlo sarà Stefano Boeri, la mente del Bosco Verticale di Milano (eletto “grattacielo più bello del mondo”). È stato lui, insieme al suo team, a selezionare le 28mila specie tra alberi e piante quasi tutti a km 0 o quasi. Specie, queste, che si caratterizzano per la capacità di assorbire le emissioni inquinanti.

Giardino pensile più grande d'Europa - Stefano Boeri, Silvia Boccardi e Olivier François
Stefano Boeri, Silvia Boccardi e Olivier François – credit ufficio stampa Stellantis

Il giardino pensile più grande d’Europa non sarà solamente un primato. Sarà anche e soprattutto un regalo che Stellantis e FIAT fanno ai torinesi, parte dell’impegno green che le due aziende da anni si sono assunte. “È il mio progetto del cuore, e ha una simbologia molto forte. Di fatto rendiamo un’area di tradizione totalmente industriale e inquinante fortemente sostenibile” ha commentato François. L’accesso sarà libero e aperto a tutti, cosicché ognuno possa godere di questo pezzo di storia. D’Italia e dell’automobile. Tanto che, inizialmente, si pensava di destinare la pista ad un evento speciale dedicato alla 500 elettrica. Poi, la voglia di fare qualcosa di durevole per la comunità ha prevalso.

L’idea alla base del progetto

Per un futuro sempre più sostenibile nasce l’idea del giardino pensile più grande d’Europa. Se da un lato FIAT punta tutto sulla sua 500 elettrica e sull’elettrico in generale, la sua dirigenza sta lavorando a progetti green a tutto tondo. Le quasi 30mila piante del giardino, coi loro milioni di foglie, aiuteranno a tenere l’aria più pulita. Un’esigenza che, con l’arrivo della pandemia, s’è fatta ancora più pressante.

Giardino pensile più grande d'Europa - render
Un render di come sarà il giardino – credit ufficio stampa Stellantis

La pandemia di Covid ci ha mostrato quanto possano essere fragili le nostre vite e i nostri corpi e ha evidenziato l’importanza di migliorare l’ambiente e soprattutto l’aria delle città in cui viviamo. Gli alberi, oltre che assorbire CO2, ridurre i consumi energetici e il calore urbano, aumentano la biodiversità delle specie viventi e rendono le città più attraenti, e drasticamente l’inquinamento da polveri sottili” ha confermato Boeri. 

A Torino sorgerà il giardino pensile più grande d’Europa ultima modifica: 2021-06-08T09:00:00+02:00 da Laura Alberti

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x