Considerato dalla critica del settore come uno dei più geniali chitarristi brasiliani, Antonio Tarantino nasce a San Paolo Bel Sito, in provincia di Napoli. Didatta, interprete e compositore di musica brasiliana e nuevo flamenco, Tarantino è Pluridottore Magistrale in chitarra classica ed i suoi interessi musicali spaziano anche dalla musica classica al pop-rock, dalla musica napoletana al fado portoghese, dalla fusion al latin-jazz. “Imagens do Brasil” e “La chitarra brasiliana” tra le sue ultime produzioni di grande successo.

antonio tarantino
Antonio Tarantino, interprete e compositore di musica brasiliana e nuevo flamenco

La passione per la musica brasiliana e il flamenco

Ha vissuto per circa 15 anni tra Piemonte e Lombardia dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza della musica brasiliana attraverso ricerche, spartiti, ascolto di dischi e continui scambi culturali con i brasiliani che vivevano in Italia. Per quanto riguarda invece il flamenco, soprattutto quello moderno, è stato assimilato attraverso lo studio delle incisioni provenienti da ogni parte del mondo e grazie ad un continuo studio tecnico che lo ha portato a sperimentare nuovi modi di suonare la chitarra flamenco fino ad allora inusitati.

Una passione che Antonio Tarantino sviluppa fin da giovanissimo, già intorno ai 6 anni ascoltando le canzoni di uno dei più celebri e raffinati cantantautori italiani, Battisti. Poi intorno ai 15-16 anni, grazie all’ascolto dei dischi di Baden Powell, Toquinho, Joào Pernambuco, Paulinho Nogueira, Paco de Lucia. Al Di Meola, John McLaughlin.

La carriera di un chitarrista poliedrico

In seguito al diploma accademico di 2º livello in chitarra al Conservatorio di Napoli, Tarantino prosegue la sua prolifica carriera con una intensa attività concertistica sia come solista sia come componente di gruppi musicali, specializzandosi sempre più nella musica brasiliana. Tanto da pubblicare articoli, metodi, composizioni, MC, CD, VHS e DVD di chitarra brasiliana-flamenco per case discografiche, editrici, riviste (Armelin Musica, Bèrben, Berimbau, Eco, Fingerpicking.net, Guitar Club, Guitar Media Collection, Intra’s, Nuova Carisch e Sonitus) e auto-produzione.

È inoltre uno dei chitarristi italiani più prolifici dal punto di vista editoriale e le sue opere sono state vendute in tutto il mondo. Ha collaborato con Alex Britti, Nino D’Angelo, PFM, Pooh e Toquinho. Svolge attività didattica in importanti scuole di musica, ha partecipato ad importanti trasmissioni radiofoniche e televisive (Radio Uno, Oto Radio di Parigi, Rai Uno, Canale 5, Videomusic) ed ha condiviso il palco con alcuni dei più grandi chitarristi del mondo quali Tommy Emmanuel, Larry Coryell, Marcel Dadi, per citarne alcuni. 

Il legame con l’Italia e i suoi fan italiani

Nonostante la musica di Antonio Tarantino lo porti oltre i confini nazionali, il rapporto con l’Italia e i suoi fan è ottimo, sono infatti in molti, professionisti del settore e non, a seguirlo con piacere. Il chitarrista si è spesso detto combattuto sull’eventualità di  andare a vivere in Brasile o se rimanere in terra natia, alla fine è prevalsa la seconda, rimanere. E lo ha fatto per un motivo ben preciso: perché convinto che la cultura brasiliana sia da portare in Italia e non in Brasile dove è già presente. La sua musica diventa il mezzo attraverso il quale unire due paesi distanti geograficamente: l’Italia, terra che rimane sempre nel cuore e al cui richiamo è difficile resistere ed il Brasile.

Tarantino riesce a raccontare il paese verdeoro come pochi, senza perdere le sue radici ed influenze italiane, mettendoci la ben nota passione tipica degli italiani ed apprezzata in tutto il mondo, ma soprattutto facendosi portavoce di una doppia cultura che ne fa il fiore all’occhiello di questo stile ed un orgoglio per tutti gli italiani, che si trovino a San Paolo Bel Sito o  São Paulo do Brasil.

I prossimi progetti in Italia

Il 23 settembre è uscito un Cd prodotto dalle edizioni musicali e discografiche Videoradio dal titolo Brasileirissimo e disponibile su tutti i digital store. Un Cd nel quale prevale l’anima della Musica Popolare Brasiliana attraverso l’interpretazione di choro, bossa nova e samba. Il tutto magistralmente realizzato con il suo personalissimo e geniale modo di interpretare questo specifico genere musicale, integrandolo però con alcune composizioni create con lo stile del musicista moderno che guarda alla musica brasiliana di tradizione.

Inoltre, proprio a partire da settembre 2017  Tarantino ha cominciato una importante collaborazione con la rivista mensile Chitarra Acustica, con articoli sulla chitarra nel nuovo flamenco.

Valentina Dattilo

Autore: Valentina Dattilo

Valentina Dattilo, Laureata in Comunicazione e Dams presso l’Università della Calabria. Da poco terminata l’esperienza annuale di volontaria di Servizio Civile Nazionale presso il Sistema Bibliotecario Lametino di Lamezia Terme (CZ), collaboro con la redazione di LameziaTerme.It. Appassionata, in particolar modo in ambito editoriale, di comunicazione, di eventi culturali, delle arti delle immagini e dello spettacolo. Interessata alle nuove tecnologie che hanno profondamente mutato il mondo della comunicazione e dell’informazione e quello dei linguaggi artistici e multimediali, del cinema, della fotografia e delle nuove forme dell’immagine contemporanea.

Antonio Tarantino: da Napoli al Brasile a ritmo di samba ultima modifica: 2017-10-16T09:30:27+01:00 da Valentina Dattilo

Commenti