notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Michelangelo Merisi, detto “Caravaggio” nasce a Milano il 29 settembre 1571 muore a Porto Ercole nel 1610. Oggi il compleanno di un talento difficile da imbrigliare, dalla vita rocambolesca, una perizia descrittiva immensa, che lo ha reso uno pittori della storia dell’arte italiana più importanti e riconoscibili. Quello che fa Caravaggio, nella storia dell’arte, non è solo l’uso sublime della luce, la capacità quasi geometrica di creare diversi volumi, sottolineare azioni, quasi di scoprire forme plastiche attraverso i chiaroscuri, quello che fa Caravaggio è rendere arte il quotidiano.

ritratto del caravaggio
“Caravaggio” by yaili is licensed under  CC BY-NC 2.0

I protagonisti delle opere

I protagonisti dei suoi quadri sono le persone, anzi, di più, le emozioni che guidano le azioni delle persone. Sono rabbia, scoramento, meraviglia. Con il genio di Caravaggio la psiche, la sfera emotiva, diventano rappresentazione. I suoi modelli sono popolani, prostitute, gente incontrata per strada. Lui frequenta bettole, personaggi poverissimi e ai margini. Spesso dipingeva se stesso, ma anche altri artisti, fra questi il siracusano Mario Minniti: è lui il volto ritratto nel Giovinetto con canestra di frutta. La prima opera con riferimento religioso di Caravaggio ritrae la Maddalena penitente, a impersonare Maddalena c’è Annuccia Bianchini, una prostituta che Caravaggio conosceva e frequentava. Sempre Annuccia posa per l’opera Riposo durante la fuga in Egitto, qui è ritratta come la Madonna, che custodisce il figlio addormentato.

opera del caravaggio
“CARAVAGGIO Rest during the flight from Egypt c1597” by carulmare is licensed under CC BY 2.0

Luce e teatralità delle scene in Caravaggio

La scelta era spiazzante, anche perché Caravaggio rendeva estremamente riconoscibili le figure dipinte. Dunque si risaliva alle loro identità. Era come una scena teatrale, composta e dinamica. Secondo il Merisi erano valenti pittori solo  “coloro che sappiano dipingere bene ed imitare bene le cose naturali”. Quello che premeva al Caravaggio era descrivere un momento di vita reale, dove chiunque potesse riconoscersi, dove le persone normali riscoprivano il divino che era in loro. Si sentissero protagonisti.

La morte della Vergine (1605-1606) è una famosa opera, che venne rifiutata dalla committenza per il realismo della scena, si dice che Caravaggio scelse una prostituta annegata nel Tevere per ritrarre la Vergine. E si dice che quella donna dal ventre gonfio, rinvenuta fra i flutti, fosse proprio Annuccia Bianchini.

Un’altra modella del Caravaggio, la preferita, è Fillide Melandroni, anche lei prostituta, ma una donna più attenta, cerca di salire di livello, di costruirsi un futuro. C’è, ancora, Maddalena Antognetti, altra prostituta che viene utilizzata da Caravaggio ben due volte, e sempre per rappresentare la Vergine. Soprattutto nella controversa Madonna dei Pellegrini.

cesto con frutta
(Caravaggio 1571-1610) Corbeille de fruit Fruit basket 1599 Milan Pinacoteca Ambrosiana” by jean louis mazieres is licensed under CC BY-NC-SA 2.0

Luci e ombre in Caravaggio

Caravaggio era abilissimo a dosare luci e ombre nei sui dipinti, ma non lo stesso nella vita. Anche se guadagnava, indossava abiti costosi, ma lisi e consunti, come il suo animo. Il suo studio veniva allestito con luci strategiche di lampade e candele e si trasformava quasi in un moderno set cinematografico, di fatto, Caravaggio, è il primo maestro della luce e della fotografia, potremmo dire, che apre la strada al barocco.

Nel 1606, uccide, in una rissa, Ranuccio Tommasoni. La sua vita ne è sconvolta. Cercò rifugio a Malta, ma anche qui un’altra rissa e la prigione. Fugge, inseguito dai sensi di colpa e dal terrore della morte.  Muore a Porto Ercole nel 1610, ha 38 anni, era in viaggio per chiedere udienza al Papa, ma è stanco, ferito, provato da una esistenza rocambolesca, non gli danno tregua figure vendicatrici e soprattutto i suoi demoni. Non saprà mai che il Pontefice qualche settimana prima lo aveva condonato dai suoi crimini.

Fonte fotografia in evidenza: “Caravaggio, Calling of St. Matthew” by profzucker is licensed under CC BY-NC-SA 2.0

Caravaggio, oggi il compleanno del maestro della luce ultima modifica: 2021-09-29T09:00:00+02:00 da Daniela Gambino

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x