notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

L’Italia in zona gialla diventa un’euforia collettiva con strade e locali affollati. Una situazione che allarma gli esperti per i possibili assembramenti e la conseguente impennata dei contagi. Ma gli appelli a rispettare le restrizioni anti-contagio certo non mancano. “Serve massima prudenza su tutto il territorio nazionale. Non dobbiamo vanificare i progressi delle ultime settimane, risultato dei sacrifici fatti finora. Zona gialla non significa scampato pericolo. Il virus circola e il rischio, anche per via delle varianti, resta alto. Non possiamo scherzare con il fuoco”.

zona gialla persone

Questo, ad esempio, l’appello del ministro della Salute, Roberto Speranza, pubblicato sul suo profilo Facebook. A tal proposito l’Istituto superiore di Sanità (Iss) puntualizza: “Al momento non sono emerse evidenze scientifiche della necessità di cambiare le misure, che rimangono quindi quelle già in uso: mascherine, distanziamento sociale e igiene delle mani. Tuttavia è sempre possibile venire in contatto con una variante. Ciò deve comunque indurre alla massima prudenza e alla stretta osservanza delle misure di protezione”. C’è da dire inoltre che l’Istituto superiore di sanità ha stilato le Faq (Frequently asked questions) sul tema varianti per poterle individuare.

Italia in zona gialla ma ritornano le zone rosse in Umbria

La presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, ha firmato l’ordinanza che prevede da domani, lunedì 8 fino a domenica 21 febbraio, misure restrittive, riconducibili a quelle previste nel Dpcm del 14 gennaio per la fascia rossa che sarà rafforzata. Le restrizioni riguarderanno tutti i comuni della provincia di Perugia nonché Amelia, Attigliano, Calvi dell’Umbria, Lugnano in Teverina, Montegabbione e San Venanzo, in provincia di Terni. Per tutto il restante territorio regionale rimangono in vigore i provvedimenti previsti nel medesimo Dpcm per la fascia arancione.

panorama di perugia
Panorama di Perugia

I dati di oggi

Per quanto riguarda l’andamento dei contagi, il ministero della Salute fa sapere che oggi si registrano 11.641 (ieri 13.442). I nuovi decessi sono 270 (ieri 385). I dimessi guariti sono 11.380 (ieri 15.138); il numero complessivo dei positivi è 427.024, dieci in meno rispetto a ieri.

Covid, i dati di oggi. L’euforia per la zona gialla ma ritornano le aree rosse ultima modifica: 2021-02-07T17:15:43+01:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x