Potremmo avere un alleato nella lotta al Covid. I ricercatori della Clinica di malattie infettive di Udine hanno infatti identificato una molecola “spia” in grado di indicare i pazienti con maggiori rischi, se positivi al coronavirus. Fin dai primi giorni dell’infezione si potrebbe dunque individuare il grado di pericolosità. Il lavoro di ricerca è stato presentato al Congresso europeo di microbiologia clinica e malattie infettive.

Prevenire il Covid letale è possibile

Alcuni pazienti soffrono complicazioni a causa del Covid, fronteggiando un decorso molto grave, a causa di una reazione eccessiva del loro sistema immunitario. Dobbiamo parlare di citochine, molecole prodotte in eccesso che innescano livelli di infiammazione dannosi, causando insufficienza d’organo, con aggravamenti che possono condurre alla morte.

Test laboratorio Covid

Finora non sapevamo quali specifiche citochine guidassero tale processo. È questo il fulcro della ricerca svolta a Udine. È ora possibile misurare i livelli di tali specifiche citochine durante la degenza. Così facendo si potrebbe personalizzare la terapia per singoli pazienti a rischio, addirittura prevenendo l’aggravarsi delle condizioni.

Altro aspetto molto importante della ricerca italiana è la scoperta che ad alti livelli di questa citochina, IL-6, si accompagnano elevati valori di Sil2ra e IL-10, che hanno un ruolo infiammatorio. Importante tutto ciò, dal momento che in casi del genere gli immunosoppressori, generalmente sfruttati per contrastare il Covid in fasi gravi, farebbero più male che bene.

In merito si è espressa Emanuela Sozio, della Clinica malattie infettive dell’Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale di Udine: “Sta diventando sempre più chiaro, tuttavia, che prima trattiamo l’infiammazione eccessiva, più è probabile che la si disattivi in ​​modo rapido e definitivo, evitando così danni irreversibili agli organi. Il nostro lavoro può aiutare a selezionare i pazienti con prognosi peggiore”.

Covid, una ricerca italiana permette di prevedere i pazienti che si aggraveranno ultima modifica: 2022-04-29T12:30:00+02:00 da Luca Incoronato

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x