notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Buone notizie in arrivo per la campagna vaccinale europea. Un nuovo vaccino potrebbe essere presto approvato dall’EMA. Si tratta di CureVac, un vaccino a Rna messaggero, ovvero che utilizza lo stesso principio di Pfizer e Moderna, a differenza di Vaxzevira di AstraZeneca e Johnson&Johnson che sono essenzialmente vaccini a vettore virale. Sviluppato in Germania, nell’azienda di Tubinga, attualmente la sperimentazione si troverebbe nella fase 3. L’azienda che produce CureVac ha assicurato che nel 2021 produrrà circa 300 milioni di dosi e la maggior parte di queste dovrebbero essere destinate ai paesi Ue. Questo vaccino sarebbe quindi una vera e propria “manna dal cielo”, soprattutto dopo i problemi riguardanti i continui ritardi di consegna di AstraZeneca.

CureVac - ricercatore con fiala di vaccino Curevac
Foto: © CureVac (pagina ufficiale Facebook).

Quando arriverà il vaccino Curevac?

Come accennato, CureVac è un vaccino molto simile a Pfizer e Moderna. Ciò significa che dovrà essere somministrato in due soluzioni (a distanza di 28 giorni). Inoltre, a differenza degli altri vaccini a Rna messaggero, CureVac potrà essere conservato ad una temperatura di 5 gradi (ovvero in un normale frigo). Ad oggi l’azienda tedesca non ha ancora pubblicato i dati certi sull’efficacia del suo vaccino. Gli esperti stanno infatti valutando ancora la possibile protezione anche contro le varianti del Covid-19. La rolling review è stata avviata lo scorso febbraio, quindi i primi dati potrebbero arrivare a fine mese o magari all’inizio di maggio. L’approvazione da parte dell’EMA sarebbe quindi ormai prossima. Come ha dichiarato il CEO di CureVac, Franz-Werner Haas, in un’intervista all’emittente statunitense CNBC, il vaccino potrebbe essere già disponibile dai primi giugno (o magari già dalla fine di maggio). L’ultima parola però, spetterà come sempre a EMA.

CureVac - fiale di vaccino antiCovid

Se l’agenzia europea del farmaco dovesse dare il via libera a CureVac, la campagna vaccinale potrebbe subire l’accelerazione tanto sperata, soprattutto per la maggiore semplicità di gestione e stoccaggio. Inoltre l’Unione Europea sta negoziando un nuovo contratto con Pfizer per l’arrivo di 1,8 miliardi di dosi per il biennio 2021-2023. Questo accordo (unito agli altri che verranno fatti con aziende come CureVac o Moderna), consentirà ai cittadini Ue un’adeguata protezione anche nel prossimo futuro. La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, si è detta fiduciosa che entro luglio il 70% degli europei adulti possa essere vaccinato. Si tratta di un obiettivo ambizioso, ma realizzabile. Per “riaprire l’Europa” bisognerà soltanto sperare che nuovi vaccini vengano approvati presto (come sta accadendo con CureVac) e che non si verifichino nuovi tagli o ritardi nelle consegne.

CureVac: nuovo vaccino antiCovid in arrivo entro l’estate ultima modifica: 2021-04-26T12:30:00+02:00 da Antonello Ciccarello

Commenti

Subscribe
Notificami
3 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x