notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Giulio Deangeli è un vero portento. In soli quattro mesi è riuscito a compiere un’impresa che ha dell’incredibile: conseguire ben quattro lauree, tutte con 110 e lode. L’ultima, lo scorso 9 dicembre, in biotecnologia molecolare, presso l’Università di Pisa. Alla base di questo grande impegno e desiderio di conoscenza c’è, da parte di Giulio, l’obiettivo di riuscire un giorno a sconfiggere le malattie neurodegenerative. Come se non bastasse, in questi giorni, il plurilaureato ha conseguito il diploma di licenza magistrale in Scienze Mediche, alla Scuola Superiore Sant’Anna, titolo equivalente a un master di secondo livello.

Giulio Deangeli

Sarà all’Università di Cambridge

Giulio Deangeli, 25 anni, è originario di Este (Padova). Dallo scorso settembre ha preso quattro lauree: medicina, ingegneria, biotecnologie e biologia molecolare. In tutto il suo percorso universitario ha sempre mantenuto la media del 30. La quarta laurea non rappresenta per lui un punto di arrivo. E’ solo l’ultimo di un’altra lunga serie di traguardi che lo scienziato di propone di raggiungere. Giulio Deangeli, che il 27 novembre sulla rivista “Science” ha pubblicato, insieme ad altri studiosi, un articolo dal titolo “In vivo Perturb-Seq reveals neuronal and glial abnormalities associated with autism risk genes”, presto volerà all’Università di Cambridge. Qui farà il dottorato in Clinical Neurosciences per il quale si è guadagnato ben 5 borse di studio.

Giulio Deangeli sorridente

La tesi

Giulio Deangeli ha discusso una tesi dal titolo “A symphony of sciences”, dedicata alla “Trascrittomica single cell”. Essa vuole sottolineare il percorso da lui intrapreso per avere le competenze necessarie per lottare contro le neurodegenerazioni. Il relatore è Paolo Mancarella, rettore dell’ateneo pisano. I correlatori sono la professoressa Benedetta Mennucci del Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale dell’Università di Pisa, e Yuri Bozzi, docente di Fisiologia all’Università di Trento e al Cimec – Centro Interdipartimentale Mente/Cervello.

Deangeli, primo piano

“Dedico questo risultato a chi è stato al mio fianco in questo viaggio”

Al termine della discussione della tesi, Giulio Deangeli ha espresso la sua grande emozione e ringraziato quanti lo hanno sostenuto nel suo percorso di studi. “Desidero dedicare questo risultato – ha detto – a tutti coloro che sono stati al mio fianco in questo viaggio. La mia famiglia, il mio migliore amico Samuele Cannas, tutti i miei cari amici, e gli oltre 400 docenti che ho avuto l’onore di seguire e che mi hanno aperto le porte della conoscenza con professionalità e umanità formidabili. Vorrei rivolgere un ringraziamento particolare ai miei rettori, il professor Paolo Mancarella e la professoressa Sabina Nuti. Entrambi guidano con straordinaria competenza e amore il migliore di tutti i luoghi dove avrei potuto studiare: il sistema universitario di Pisa”. Ad ascoltarlo c’erano alcuni fra i massimi neuroscienziati italiani. Con loro, anche Carlo Maria Rosati, chirurgo di fama internazionale e suo amico. Quest’ultimo, dieci anni fa, a Pisa fu il primo studente in Italia a prendere due lauree in tre mesi.

La soddisfazione dei rettori

L’incredibile risultato raggiunto dal brillante Giulio Deangeli è stato commentato con orgoglio dai professori Mancarella e Nuti. “Non è solo un record che fa notizia, è il frutto di una dedizione esemplare allo studio e al sapere”, ha detto il primo. “Auguro a Giulio di mantenere questo approccio alla ricerca anche nelle sue sfide future, che sono sicura affronterà con grande impegno, serietà, ma anche creatività”, ha dichiarato la professoressa Nuti. Giulio Deangeli è una vera eccellenza italiana di cui sentiremo ancora parlare molto. Un giovane promettente, un grande esempio da seguire per tanti giovani volenterosi come lui.

Giulio Deangeli, il 25enne plurilaureato che ha battuto ogni record ultima modifica: 2020-12-18T09:00:00+01:00 da Antonietta Malito

Commenti