notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Il 18, il 19 e il 20 ottobre si celebrano i “Pantani Days“. Una tre giorni dedicata a Marco Pantani, ciclista indimenticato ed indimenticabile, tragicamente scomparso il 14 febbraio 2004. Tre giorni in cui, al cinema, verrà proiettato il film celebrativo “Il Migliore. Marco Pantani”.

Cosa racconta “Il Migliore. Marco Pantani”

Al centro de “Il Migliore. Marco Pantani” c’è la vita del “pirata” (così Pantani veniva soprannominato). Diretto da Paolo Santolini, prodotto in collaborazione con la Fondazione Marco Pantani, il docu-film racconta il lato sportivo e privato del campione. Non solo i successi, dunque, ma anche e soprattutto le persone che gli stavano attorno. Quei familiari e quegli amici che – ancora oggi – non sanno parlarne al passato. Per realizzarlo, il regista ha raccolto e lavorato materiale d’archivio, pubblico e privato. Ha intervistato la sua famiglia, chi lo allenava quando era solo un ragazzino, gli amici che più gli volevano bene.

Il primo vero film su Marco Pantani” lo ha definito Tonina, mamma di Marco. Il motivo? Non è un film d’inchiesta, “Il Migliore. Marco Pantani”, non intende indagare i misteri mai svelati che ruotano attorno alla sua morte. Ma non è neppure un tributo incondizionato al ciclista e al suo mito. Semplicemente, è un ritratto umano, intimo e amorevole del Pantani-uomo, così come gli occhi e il cuore di chi lo amava lo vedevano e lo vivevano. Prodotto da Okta Film con Rai Cinema, e distribuito al cinema da Nexo Digital, il film sarà nelle sale solamente dal 18 al 20 ottobre.

Marco Pantani, gli altri film

Non è, il film di Santolini, l’unico realizzato su Marco Pantani. Tra gli ultimi vi è “Il caso Pantani”, docu-drama di Domenico Ciolfi, che affronta il tema con tono investigativo. Il regista parte da una tesi, il Pirata è stato ucciso due volte, per raccontare due ingiustizie: l’esclusione dal Giro d’Italia nel 1999 e la morte. Ciò su cui Ciolfi si concentra sono dunque le dichiarazioni di Vallanzasca, e l’idea che le vicende accadute a Pantani siano da imputare alla camorra e ad un giro di scommesse clandestine. “La presente opera cinematografica costituisce un’opera artistica e non un documentario. Seppur collocata nel contesto di fatti realmente accaduti, la vicenda narrata è il frutto della fantasia degli autori” si legge nei titoli di coda.

"Il Migliore. Marco Pantani" - Pantani in maglia rosa al Giro d'Italia 1999,
Pantani in maglia rosa al Giro d’Italia 1999 – Brian Townsley – CC BY 2.0)

Pantani“, di James Erskine, è un documentario dettagliato fatto d’interviste, documenti e ricostruzioni sceniche, con Conan Sweeny nei panni del campione. Il suo titolo completo è “Pantani: morte accidentale di un ciclista” in quanto, ancora una volta, l’accento viene posto sul mistero della morte. Nel film per la TV “Il Pirata – Marco Pantani” il ciclista ha invece il volto di Rolando Ravello. Che ne porta in scena le gesta, e la storia, dagli esordi fino alla morte. Tuttavia, “Il Migliore” è il film più umano, più emozionale, più vero su un uomo diventano mito.

Foto in evidenza tratta dalla pagina Facebook di Spazio Pantani

“Il Migliore”, al cinema il film su Marco Pantani ultima modifica: 2021-10-11T09:00:00+02:00 da Laura Alberti

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x