Il parco divertimenti Mirabilandia riaprirà il 2 aprile prossimo e, per l’occasione, ospiterà gratuitamente delle famiglie ucraine, scappate dalla guerra. Un’iniziativa solidale che i responsabili del parco divertimenti di Ravenna hanno concertato con i sindaci e i comuni della Riviera Romagnola e dell’entroterra. A collaborare anche le aziende di trasporto locale.

Mirabilandia ospita i profughi della guerra

Il parco divertimenti più grande d’Italia, dunque, ospiterà gratuitamente alcune famiglie ucraine per una giornata all’insegna del divertimento e della spensieratezza. I profughi arriveranno da Rimini, Riccione, Cervia, Cesenatico, Ravenna, San Lazzaro (Bologna) e Forlì. Saranno ospiti del parco per tutto il giorno e avranno l’occasione di provare le tante attrazioni che da 30 anni fanno di Mirabilandia uno dei parchi più frequentati in Italia. “Abbiamo pensato di regalare alle famiglie che hanno ancora negli occhi l’orrore della guerra la cosa che ci riesce meglio: il divertimento”. Così Sabrina Mangia, direttrice sales & marketing di Mirabilandia che sottolinea: “Sono tante le famiglie, ma anche le donne sole con bambini, che in queste settimane sono arrivate ospiti delle strutture ricettive della Riviera e dell’entroterra.

famiglie ucraine

Proprio a loro abbiamo deciso di regalare un po’ di serenità con l’invito a Mirabilandia. Da 30 anni offriamo divertimento ai nostri visitatori e questa volta siamo particolarmente emozionati nel metterci a disposizione di chi ha davvero bisogno di leggerezza e di positiva socialità. Ancora una volta il ‘sistema Riviera Romagnola’ dimostra di avere un grande cuore, mettendo insieme le forze e le risorse per il bene del prossimo. Un ringraziamento speciale va a tutti i sindaci che hanno aderito all’iniziativa, per la loro pronta disponibilità e per essersi fatti portavoce di questo progetto”.

Il parco diventa luogo di divertimento solidale

“Una bella iniziativa per i tanti bambini in fuga dall’orrore della guerra che sono arrivati in questi giorni in Emilia-Romagna”. Sono le considerazioni dell’assessore regionale a Turismo e Commercio, Andrea Corsini che ribadisce: “È la testimonianza della rete solidale che nella nostra regione si è attivata fin da subito coinvolgendo tutti: enti, imprese, associazioni, privati.

mirabilandia

La giornata organizzata a Mirabilandia ha l’obiettivo di alleggerire, almeno per un giorno, la terribile condizione dei bimbi ucraini e delle loro famiglie, assistiti in Riviera e nell’entroterra. Ciò dimostra ancora una volta la sensibilità delle nostre comunità. Una solidarietà che speriamo continui, in tutte le forme possibili, a stringersi attorno alle vittime di questa guerra assurda e ingiustificabile”.

(Immagini parco divertimenti – pagina Facebook Mirabilandia)

Mirabilandia riapre e ospita le famiglie ucraine ultima modifica: 2022-03-19T09:00:00+01:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x