notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Nella carriera di ogni artista arriva sempre il momento in cui si decide di rendere omaggio alle proprie origini. Questo può accadere sin da subito o, come nel caso di Neffa, a distanza di più di 30 anni. Il nuovo album dal titolo AmarAmmore è infatti una dichiarazione d’amore alle origini campane del cantautore, nato a Scafiti (in provincia di Salerno), da padre napoletano e madre proprio di Scafiti. Il disco, uscito il 2 aprile, è stato anticipato dal brano Aggio Perzo ‘O Suonno (in collaborazione con Coez, produzione TY1), lanciato il 12 febbraio. AmaraAmmore arriva come un fulmine a ciel sereno, dopo un silenzio discografico di Neffa che durava dal 2015, anno d’uscita del suo ultimo album Resistenza.

Il progetto AmaraAmmore: l’animo napoletano di Neffa

Nell’ormai lontano 2004, Neffa aveva già espresso il desiderio tornare alle proprie radici, non per quanto riguarda la carriera artistica (cominciata con il rap), ma bensì di incidere un disco in napoletano. Questo sogno si è avverato soltanto di recente con AmaraAmmore. La particolarità di questo disco è infatti la scelta di cantare ogni brano nella lingua che fu di Totò, di Carosone e Murolo. Si tratta di un progetto ben preciso, che viene più dal cuore che da scelte meramente discografiche. La dedica ai genitori campani la si nota sin dalla copertina dell’album, in cui è presente un dipinto realizzato dal padre.

I brani di AmaraAmmore sono 12 in tutto, oltre al già citato Aggio Perzo ‘o Suonno, l’album comprende Fujevo, Piccerè, Affianc’a Te, Nn’è Cagnato Niente (in collaborazione con Livio Cori), T’Aggia Verè, Si me Salve Tu, Catene, Saccio Ca Putesse, Speranza, N’Abbarccio e la title track AmarAmmore (in collaborazione con Rocco Hunt). L’anima rap, pop e partenopea di Neffa si sono fuse in un prodotto ben definito e di grande spessore musicale. La sfida per il cantautore bolognese è adesso quella di trasformare quest’album un vero e proprio successo, apprezzato anche da chi non ama in toto la musica napoletana. Come reagirà il pubblico radiofonico a questa “nuova versione di Neffa”? Se si considerano i numeri ottenuti dal singolo Aggio Perzo ‘o Suonno in quasi due mesi, le premesse sono più che incoraggianti.

Foto di copertina: © Neffa (pagina Facebook).

Neffa, AmarAmmore: album in napoletano per tornare alle origini ultima modifica: 2021-04-03T09:18:10+02:00 da Antonello Ciccarello

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x