Le località della Puglia si trovano in provincia di Brindisi, città meno battuta rispetto alla più nota Lecce

La Puglia è una città tutta da scoprire. Dal borgo di Carovigno alla riserva marina di Torre Guaceto, con spiagge incontaminate e protette ed uliveti secolari

Alla riscoperta dei luoghi magici della Puglia

Carovigno (Brindisi) è un piccolo centro storico con stradine che serpeggiano tra le case bianche dominate dall’imponente castello Dentice di Frasso, dalla caratteristica forma triangolare.
Lunedi, Martedi e Sabato dopo Pasqua si svolge da secoli la Battitura della ‘Nzegna, sbandieramenti in onore della Madonna di Belvedere.

La riserva naturale di Torre Guceto è un’area marina protetta di 1.114 ettari, dei quali oltre il 75 per cento coltivati. Gli uliveti secolari sono opere d’arte viventi.
Nella riserva si coltiva anche il pomodoro Fiaschetto.
Una parte della spiaggia è attrezzata per un turismo sostenibile con strutture non invasive, materiali naturali ed accesso regolamentato dalle auto. Vi è anche un centro per il recupero delle tartarughe marine.

La zona intorno alla torre è accessibile per la visita ma non per la balneazione.

Il centro storico con il castello ducale

Il centro storico con il castello ducale

Ceglie Messapica (Brindisi) è una delle città più antiche della Puglia. Vanta il riconoscimento di città d’arte e terra di gastronomia. Il centro storico si snoda attorno al castello ducale, con le case incastonate con la calce bianca.
Fuori porta è stato allestito il MAAC, Museo archeologico e di arte contemporanea.
Nei numerosi ristoranti si possono assaggiare i piatti locali. Per esempio al Cibus, nel retro dell’ex convento di San Domenico, luogo che ospita anche la Med Cooking School, una scuola di cucina.

La città sorge su una collina (300m) ed il terreno è carsico, con grotte e cavità. La più interessante è quella di Montevicoli dove è stato ricavato un percorso, molto bello da visitare, con le luci che creano effetti e giochi di ombre.

Grotte scavate nella roccia calcarea

Grotte scavate nella roccia calcarea

La cripta rupestre di San Biagio con i suoi affreschi  del XII secolo è un luogo monastico greco-bizantino ospitato in una serie di grotte scavate nella roccia calcarea.

Il centro storico di San Vito dei Normanni (Brindisi) si snoda attorno al castello Dentice, un palazzo storico baronale abitato ancora dalla famiglia omonima e visitabile.

La caratteristica del paese è la rezza, un graticciato fitto di legno che si mette davanti alle case. Serve per far passare aria mantenendo la porta aperta e contemporaneamente salvaguardarla propria riservatezza. In giro per il paese ce ne sono molto. Alcune anche decorate.

Rossana Nardacci

Autore: Rossana Nardacci

Laurea Magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo presso L’Università Roma Tre.
Corso di Social Media Marketing&Social Listening presso Bloo Srl di Pescara abilitante alla professione di Social Media Manager, professione che svolgo attualmente collaborando con diverse web agency. Mi occupo principalmente di Content Marketing e Social Media Marketing per aziende e liberi professionisti, redigo testi Seo Oriented e curo le strategie per blog aziendali.
Sono Docente di corsi di Social Media Marketing per aziende e futuri professionisti

Puglia: tre idee per scoprire una magica città ultima modifica: 2017-04-14T10:53:24+02:00 da Rossana Nardacci

Commenti