notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Doveva chiamarsi decreto aprile. Ma è servito tempo perché il provvedimento come ha precisato il premier Giuseppe Conte vale due manovre finanziarie: 55milardi.

Capiamone i punti principali:

bandiera dell' italia
Photo by Daniel Sharp on Unsplash

Imprese

10 miliardi stanziati per le piccole medie imprese che fatturano fino a 5 milioni e che hanno subito in aprile un calo dei ricavi di almeno un terzo. Per le medie imprese (fatturato tra i 5 e 50 miliardi) che hanno subito un calo analogo dei ricavi, sostegno e detassazione per la ricapitalizzazione (non inferiore a 250.000 euro). Per le imprese sopra i 50 miliardi di fatturato è stanziato un ‘Patrimonio Rilancio’ (attraverso titoli emessi dal Mef) per concedere obbligazionari convertibili, partecipazione ad aumenti di capitale e acquisto di azioni quotate.

Sostegno alle startup con il Fondo per il venture capital e il Fondo per il trasferimento tecnologico. 

Lavoratori

Aggiunte 9 settimane di cassa integrazione alle 9 previste dal dl Cura Italia, con semplificazione della procedura di assegnazione, più un fondo di garanzia per l’anticipo dei trattamenti di integrazione salariale. Blocco dei licenziamenti di altri tre mesi (in aggiunta ai due previsti dal Cura Italia). Bonus di 600 euro per i co.co.co confermato anche per aprile. 1.000 euro a maggio per liberi professionisti a partita Iva con Gestione separata Inps (senza iscrizione a forme previdenziali alternative) che abbiamo subito un calo, pari a un terzo nel secondo bimestre 2020. Altri 500 euro di bonus per chi lavora nel settore agricolo.

Per aprile e maggio indennità di 500 euro al mese anche a colf e badanti (600 euro per contratti dalle 20 ore settimanali in su)

Sarà possibile fare richiesta per portare a fine un rapporto di lavoro con cittadini stranieri o per dichiarare la presenza di un rapporto irregolare (in corso) con cittadini sia italiani che stranieri. Per i dipendenti agricoli, colf e badanti si prevede in questo senso, secondo accordo di maggioranza, una regolarizzazione di migranti e lavoratori irregolari. I cittadini stranieri con permesso di soggiorno scaduto, potranno fare richiesta per un permesso temporaneo (6 mesi). Richiesta non concessa a datori condannati per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina o sfruttamento di minori o reati connessi al sistema di ‘caporalato’. Né a cittadini stranieri con provvedimento di espulsione.

Famiglie

Per chi non ne ha goduto è raddoppiato a 1.200 euro il bonus babysitter del Cura Italia (per i medici e gli operatori sanitari da 1.000 a 2.000 euro) spendibile anche per i centri estivi. Altri 15 giorni di congedo parentale con retribuzione al 30%, esteso a luglio per figli sotto i 12 anni. I dipendenti del privato con figli sotto i 14 anni potranno lavorare in smart working. Aggiunti poi (ex legge 104) 12 giorni di permesso.

Reddito di emergenza prorogato di altri due mesi (dai 400 agli 800 euro mensili a famiglia a seconda dei componenti). 

Alle famiglie con Isee fino a 40.000 euro, bonus vacanze fino a 500 euro. Saranno destinati altri 140 milioni di euro al fondo per gli affitti. Arrivano anche il bonus bici (60% del costo non superiore a 500 euro) e incentivi per i mezzi pubblici. Per le famiglie che volessero intervenire sull’abitazione e migliorarne la classe energetica superbonus al 110%.

Sanità

3,25 miliardi di stanziamento. 1,25 miliardi per la sociosanitaria territoriale, 1,46 per gli ospedali, 430,9 milioni per interventi sul personale e 95 milioni per 3.800 nuovi contratti di specializzazione. 3.500 posti di terapia intensiva (+115%) più 4.200 di semintensiva. Iva a zero (e al 5 nel 2021) su mascherine, disinfettanti e dispositivi di protezione. Assunzione di diecimila infermieri.

Scuola

331 milioni per garantire una ripresa delle lezioni in sicurezza e 16mila stabilizzazioni per avere operativi a settembre 32mila nuovi insegnanti. 150 milioni per centri estivi e contrasto alla povertà educativa.

Cultura

210 milioni a editoria, librerie, musei e luoghi culturali. Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali per il recupero dei danni dovuti alla chiusura forzata. Previsti voucher di rimborso per chi ha acquistato biglietti cinema, teatri e musei. 

Sport

Si stabilisce che parte degli introiti scommesse sarà destinata al “Fondo salva sport” (fino al luglio 2022). Per aprile e maggio indennità di 600 euro per i lavoratori sportivi in rapporto di collaborazione. 

Amministrazioni locali

12 miliardi di anticipo liquidità (da restituire in 30 anni) a enti locali e sanità regionali per estinguere debiti su forniture, appalti e prestazioni. Blocco dei licenziamenti di altri tre mesi (in aggiunta ai due previsti dal Cura Italia). Previsti ulteriori 3,5 miliardi per gli enti locali e 100 milioni per Comuni a recupero delle mancate tasse di soggiorno.

Altre detassazioni

Blocco dei rincari di iva e accise e sospensione di plastic e sugar tax fino al 2021.

Per le imprese che fatturano fino a 250.000 euro, stop dell’Irap a giugno. Detrazioni Irpef per le imprese danneggiate e incentivi fiscali per chi investe su di loro.

Eliminata la prima rata dell’Imu (16 giugno) per alberghi, villaggi turistici, agriturismi, ostelli, rifugi, campeggi e stabilimenti.

60% di credito d’imposta per spese di sanificazione.

Nessuna tassa occupazione di suolo pubblico per i tavoli all’aperto di bar e ristoranti e credito di imposta al 60% per ogni spesa utile alla loro riapertura.

Rilancia Italia. Ecco il maxi decreto da 55 miliardi ultima modifica: 2020-05-14T09:30:00+02:00 da Redazione

Commenti