Articolo promozionale

Quella in corso è senza troppi giri di parole l’era digitale, dei cosiddetti nativi ma anche di coloro che sebbene appartenenti ad epoche precedenti non possono fare a meno della tecnologia e del web. Internet ha invaso e pervaso le diverse sfere del pubblico e del privato di tutte le comunità mondiali. Una presenza a volte ingombrante ma dannatamente utile e funzionale alla vita quotidiana di tutti. Nel caso del nostro Paese sempre più italiani sono attivi sul web, navigando ogni giorno per lavoro o piacere svariate ore. Tempo che viene dunque dedicato e riversato su siti, portali e piattaforme di vario genere e sottratto di conseguenza al resto. Esaminiamo più da vicino questa tematica capendone risvolti e cause.

I social media e i siti web

Le cause della maggior presenza degli italiani sul web sono varie e riguardano soprattutto la nascita e lo sviluppo di siti e social media di particolare interesse. Ciò sia in chiave professionale che di intrattenimento, dove gli utenti nostrani decidono di trascorrere molte ore del proprio tempo quotidiano. Un’attività ingente, quella sviluppata dagli italiani online, che evidenzia quanto ormai accanto ad una realtà concreta fatta di spesa, famiglia, amicizie e svaghi ve ne sia un’altra interamente virtuale. I social media hanno contribuito a rendere ancor più appetibile questo mondo virtuale, inglobando di fatto migliaia se non milioni di persone al proprio interno. Le comunità per tanto si riversano sul web in massa dando vita a comunicazioni, interazioni e conflitti che prima avvenivano nella quotidianità. 

Tempistiche e presenza degli italiani online

Per dare dei numeri utili a far capire quanto la crescita della presenza degli italiani online sia rilevante e per certi versi preoccupante, si parla di circa 35 milioni di persone attive sul web ed i social media con costanza. Una media di 2 ore al giorno, circa, di tempo impiegato sui social, su Internet e quindi navigando e rimbalzando da un portale o piattaforma ad un’altra. Una vita virtuale che è diventata parimenti importante quella reale, dividendone in percentuale di tempo la metà. Un 50 e 50 che risulta anche preoccupante, come detto prima, perché rischia di far pendere, con l’andare degli anni, la bilancia esistenziale verso il solo virtuale. Un annullamento della realtà che è nociva, poiché fa capire come si stia utilizzando in modo errato uno strumento nato per accrescere e sviluppare le potenzialità della gente. 

La minaccia web per la società del domani

Quella degli italiani, ma non solo, è dunque una presenza sul web (ed i social media) che appare nociva e non positiva. Questo accade in conseguenza del fatto che il tempo non viene dedicato ad informarsi, aggiornarsi o comunicare, ma piuttosto a navigare su siti di gioco, o ancora postare e commentare sui social. Esempi emblematici di quanto la deriva digitale sia negativa ed inarrestabile contrastando le finalità originariamente previste per il web. Il gioco è uno dei passatempi preferiti dagli italiani sul web. Infatti, un numero sempre crescente di utenti visita i migliori casinò online per tentare la fortuna. Questo come molti altri degli esempi prima citati sono rappresentativi di un’incidenza nociva di Internet nel mondo comunitario nostrano ma anche internazionale. Tutto potrebbe cambiare solo attraverso una formazione delle future generazioni in ambito accademico, su quelle che dovrebbero essere le pratiche giuste da attuare in fatto di navigazione ed uso corretto dei social media. Non è tardi per invertire un trend ed una rotta comportamentale che altrimenti rischia di compromettere inevitabilmente le prospettive esistenziali di coloro che dovranno incarnare la società del domani.

Sempre più italiani sono attivamente presenti sul web ultima modifica: 2023-12-04T16:12:47+01:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x