notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Stefano Mei campione europeo dei diecimila nel 1986 è il nuovo presidente della Federazione Italiana di Atletica Leggera. Si tratta di un’elezione di massa. Una votazione avvenuta nonostante un protocollo anti Covid strettissimo. Ma, alla fine, Mei supera il ballottaggio con Vincenzo Parrinello. Infine, convincere tante persone è motivo di grande orgoglio. Mentre adesso è il momento di far fruttare le sue idee e la sua esperienza per cercare di far risorgere l’atletica. Dopo una vita quasi interamente dedicata a questo sport, Mei ha l’occasione per lavorare e far tornare l’atletica ai fasti di un tempo.

Stefano Mei rilancia l’atletica e riparte dal territorio

Stefano Mei, neopresidente Fidal, riparte dal territorio per rilanciare l’atletica. Nel presentare il suo programma in vista del prossimo quadriennio 2021-2024 e promuove lo sviluppo dell’atletica a livello nazionale. Così, insieme alla sua squadra pensa di chiamare questo progetto Orizzonte Atletica 2021-2028. Si parla di un nome che nasce da una idea, una speranza, di realizzare un programma ambizioso. Ugualmente Mei sottolinea anche l’importanza di lavorare in vista dei Giochi Olimpici. Infatti, l’atletica è da sempre la competizione regina della manifestazione. Difatti, la macchina federale ha un momento di sospensione al fine di consentire agli atleti azzurri di partecipare alle Olimpiadi nel miglior modo possibile.

Stefano Mei-convegno
Stefano Mei accanto agli Azzurri di Cortina al convegno “Giochi di Squadra”. Fonte foto: profilo Facebook di Stefano Mei- https://www.facebook.com/photo?fbid=10219683336307039&set=pb.1626234260.-2207520000..

Anche se Stefano Mei è un uomo con idee ben chiare. Infatti, il neopresidente cerca il modo di gestire al meglio questo momento di transizione. Soprattutto l’idea è quella di modernizzare e modificare il modo di intendere l’atletica. Ma provare a dare nuova vita a questo sport è qualcosa di decisamente molto ambizioso. Ugualmente c’è bisogno di tempo per lavorare. Per fare questo, Mei è concentrato sul cambiamento di indirizzo delle risorse del bilancio federale. In particolare, struttura un percorso solido con atleti e tecnici ma partendo dai club definiti come nostro terminale sul territorio. Dunque l’atletica riparte dal territorio per essere vicina alle persone. Questa è la base è l’intenzione della nuova Fidal per i prossimi anni.

Una vita per l’atletica

Stefano Mei nasce a La Spezia il 3 febbraio del 1963, mentre la sua attività sportiva inizia con i campionati studenteschi nel 1976. Per tutta la sua carriera il suo allenatore è l’ex mezzofondista azzurro Federico Leporati. Si parla di un giovane atleta italiano che porta risultati eccellenti da subito. Infatti, già nel 1978 arriva secondo nei campionati italiani allievi su pista correndo i 3000 metri. L’anno seguente ottiene il primo titolo italiano e la prima maglia azzurra nella categoria juniores. Mei è un giovane di soli 16 anni che chiude una gara di 3000 metri con un tempo di 8’08″64. Si tratta della miglior prestazione di ogni tempo per l’epoca. Ma è nel 1984 che Stefano Mei stabilisce il nuovo record italiano sui 2000 metri con un tempo di 4’58″65. I suoi primati continuano nel biennio 1985 e 1986.

Stefano Mei-meeeting di Rieti
Fonte foto: profilo Facebook di Stefano Mei- https://www.facebook.com/photo?fbid=10220378998978171&set=pb.1626234260.-2207520000..

Ancora oggi Stefano Mei detiene il record italiano per la categoria juniores dei 1500 metri. Si tratta del record di 3’39″00 a Bologna a soli 18 anni. Sempre nel 1984 alle Olimpiadi di Los Angeles si classifica al settimo posto nella semifinale dei 1500 metri. Mentre vince la medaglia d’oro ai Campionati europei di Stoccarda nel 1986 correndo i 10000 metri. Sempre nel 1986, arriva secondo ai campionati europei indoor di Madrid nei 3000 metri con il tempo di 7’59″12. Purtroppo spesso è fermo per infortuni, che supera brillantemente nel 1988, quando riesce comunque a classificarsi al settimo posto nella finale olimpica di Seul dei 5000 metri. Ugualmente ottiene il miglior risultato sulla distanza di un atleta italiano. Stefano è un atleta che colleziona record e successi per tutta la carriera. Un grande campione che oggi rappresenta l’atletica italiana.

Stefano Mei è il nuovo presidente della Fidal ultima modifica: 2021-02-06T12:00:00+01:00 da Angelo Franchitto

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x