notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Nuova rivoluzione nel settore automobilistico italiano (ed europeo). Dopo mesi di trattative, complicate anche dall’attuale pandemia da Covid-19, il 16 gennaio scorso è nato il gruppo Stellantis, dalla fusione di FCA (Fiat Crysler) e PSA (famiglia Peugeot). Si tratta di una delle più grandi operazioni che ha portato alla creazione di quello che sarà il quarto gruppo automobilistico più grande al mondo. Il principale azionista sarà Exor, della famiglia Agnelli (Fiat) con il 14,4% del capitale e 449.410.092 azioni (come si legge proprio nel comunicato ufficiale pubblicato da Exor). Seguono la famiglia Peugeot, lo stato francese e la cinese Dongfeng con (rispettivamente) il 7,2%, il 6,2% e il 5,6% del capitale. A partire da lunedì 18 gennaio, il gruppo Stellantis (STLA) sarà inoltre quotato in borsa sul Mercato Telematico Azionario di Milano e sull’Euronext di Parigi. Il giorno seguente arriverà invece sul New York Stock Exchange di Wall Street.

Stellantis - logo gruppo con i marchi PSA e FCA
Foto: © Frds2945 – Wikimedia Commons

Stellantis: 20 marchi in un solo grande gruppo europeo

La fusione di FCA e PSA, naturalmente, ha portato quindi al raggruppamento di 20 grandi brand automobilistici in un unico gruppo. I marchi in questione sono: Abarth, Alfa Romeo, Chrysler, Citroën, Comau, Dodge, DS Automobiles, FIAT, FIAT Professional, Free2Move (servizio di car sharing facente parte del gruppo PSA), Jeep, Lancia, Maserati, Mopar, Opel, Peugeot, RAM, SRT, Teksid e Vauxhall. Presidente di Stellantis sarà John Elkann (già presidente di FCA), mentre Carlos Tavares, già ad di PSA, sarà il nuovo amministratore delegato.

Stellantis - presidente John Elkann
Foto: © Marco Alfa – Wikimedia Commons (Flickr).

Nonostante la grande opportunità, in termini finanziari, che la nascita di Stellantis potrebbe sfruttare, non sono mancati i dubbi sulle strategie del gruppo. Alcune incertezze riguardano infatti la chiusura degli stabilimenti e i rischi per i lavoratori italiani. Sui documenti depositati presso le borse su cui sarà quotato Stellantis, non si parla infatti “fusione”, ma di “acquisizione di FCA da parte di PSA”. Questo significa che sarà il gruppo francese a tenere le redini di Stellantis. Da qui le preoccupazioni per gli operai italiani in cassa integrazione e la chiusura di alcuni stabilimenti nostrani. Non è quindi ancora chiaro quali saranno le strategie di Stellantis e cosa ne sarà delle fabbriche in Italia. Per dissipare ogni dubbio bisognerà comunque attendere il piano aziendale della società, che dovrebbe essere divulgato nei prossimi mesi.

Foto in evidenza: © Stellantis (pagina Facebook).

Stellantis: ufficiale il gruppo nato dalla fusione FCA e Peugeot ultima modifica: 2021-01-18T09:50:17+01:00 da Antonello Ciccarello

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x