notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Milano celebra Margherita Hack con una statua a lei dedicata. La “signora delle stelle” sarà la prima donna a essere rappresentata in una scultura sul suolo pubblico milanese. L’iniziativa, sostenuta dal Comune, è ideata e promossa da Fondazione Deloitte insieme a Casa degli Artisti. Il monumento sarà inaugurato nella primavera del 2022, anno in ricorrerà il centenario della nascita della scienziata.

Pioniera e simbolo di riscatto

Margherita Hack è stata una donna straordinaria, che attraverso studi e ricerche, ha offerto un contributo di grandissima rilevanza alla comunità scientifica internazionale. Fondazione Deloitte, dopo una scrupolosa valutazione, ha deciso di dedicare una statua proprio alla Hack. Un giusto tributo per l’astrofisica, accademica e divulgatrice scientifica scomparsa nel 2013. “Dopo un’attenta analisi per individuare il profilo più adatto, è stata scelta la ‘Signora delle stelle’ Margherita Hack – spiega Fondazione Deloitte – in quanto pioniera nel proprio campo, simbolo di riscatto in grado di ispirare intere generazioni e, allo stesso tempo, portatrice di valori universali e libera pensatrice anche al di fuori del campo delle materie STEM”.

Milano

Un percorso iniziato nel 2019

Il percorso per la posa della prima statua dedicata a Margherita Hack a Milano è iniziato nel 2019. In quell’anno, infatti, il Consiglio comunale ha approvato una mozione proposta della consigliera Pd e presidente della Commissione Politiche Sociali Angelica Vasile. Con essa si chiedeva l’intitolazione in città di statue a figure femminili. “Sono certa che questo sia solo l’inizio di una lunga serie di azioni positive”, ha dichiarato la consigliera comunale. Vasile ha poi sottolineato: “Una società più giusta ed equa passa anche dal riconoscimento del grande contributo delle donne alla scienza, all’arte, alla storia, alla letteratura, e anche alla conquista della democrazia nel nostro Paese”.

“La prima di una lunga serie”

Margherita Hack (Firenze 12 giugno 1922 – Trieste il 29 giugno 2013) sarà dunque la prima donna a essere rappresentata in una statua a Milano. La prima di un percorso iniziato per ridurre un inaccettabile divario che nel capoluogo lombardo vede, fino a questo momento, solo sculture maschili presenti sul suolo pubblico: ben 211.

“Sono particolarmente grata a Fondazione Deloitte per aver condiviso con il Comune di Milano questo importante percorso”, ha ammesso la consigliera Vasile –. Per Paolo Gibello, presidente di Fondazione Deloitte, “la prima scultura sul suolo pubblico di Milano, nel nome di una figura femminile di straordinario rilievo, rappresenta un traguardo, ma allo stesso tempo anche un punto di partenza. Con l’auspicio che sia la prima di una lunga serie di opere destinate a colmare finalmente una lacuna nei confronti delle donne, STEM in particolare, poco o quasi mai rappresentate in monumenti di questo genere. Non solo a Milano, ma anche in Italia così come in tutto il mondo”.

Margherita Hack, stelle

Una vita dedicata a studiare le stelle

Margherita Hack ha fatto della scienza la sua ragione di vita. Oltre che una grande studiosa, è stata una donna libera da ogni condizionamento sociale e religioso. Ha diretto l’Osservatorio astronomico di Merate, poi quello di Trieste, e sempre nella stessa città, il Dipartimento di Astronomia dell’Università. È stata membro dell’Accademia dei Lincei, dell’Unione Astronomica Internazionale, della Royal Society e della Società Italiana di Fisica.

Ha ricevuto il titolo di Cavaliere di Gran Croce, la medaglia d’oro ai benemeriti della scienza e della cultura, la civica benemerenza del Comune di Trieste, il premio Cultura della Presidenza dei Consiglio. Ha insegnato astronomia e ha collaborato con diverse università. Berkeley (California), Institute for Advanced Study di Princeton (New Jersey), Institut d’Astrophysique di Parigi (Francia), Osservatori di Utrecht e Groningen (Olanda), l’Università di Città del Messico, per citarne alcune. Ha trascorso la sua vita a scoprire, conoscere e studiarle le stelle. La sua frase “siamo tutti fatti della stessa materia delle stelle” è rimasta nella storia e nella memoria di tutti.

(Foto Margherita Hack Pagina Facebook)

Una statua a Margherita Hack. Il tributo di Milano alla grande astrofisica ultima modifica: 2021-07-19T09:00:00+02:00 da Antonietta Malito

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x