notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

La magnificenza di Villa Necchi alla Portalupa è nota ai più. Ma quanti sanno che personaggi del mondo della musica e del cinema l’hanno prescelta per pronunciare il loro fatidico “sì” o per girare film cult del cinema italiano? Era il maggio dello scorso anno quando il cantautore Max Pezzali la scelse per sposare in gran segreto Debora Pelamatti, sua compagna dal 2013. E ancora, nel 1980, i registi Castellano e Pipolo, in questo luogo suggestivo, filmarono alcune scene della commedia “Il bisbetico domato”, con Adriano Celentano e Ornella Muti. La maestosa villa, oggi resort di lusso, a pochi chilometri da Pavia e da Milano, sorge nella frazione Molino d’Isella del comune di Gambolò, all’interno dello splendido Parco del Ticino. Una riserva fluviale, segnalata dall’Unesco come uno dei più affascinanti siti naturali al mondo.

Villa Necchi alla Portalupa illuminata

Villa Necchi alla Portalupa, la storia

Storico palazzo signorile, Villa Necchi alla Portalupa è circondata da un ampio ed elegante giardino. Una vera e propria tenuta, di dieci ettari, ricca di fiori e alberi, che si affaccia sulla roggia La castellana. Appartenuta al Comune di Borgo San Siro fino al 1723, fu rilevata negli anni ’30 da Vittorio Necchi. Oltre alla villa, la cui struttura originale risale al 1800, la tenuta comprendeva un’ampia zona agricola con cascine, boschi e radure. C’erano anche villette per il personale di servizio, una chiesa e una scuola per i bambini della frazione Molino d’Isella. I Necchi, una delle più importanti famiglie di industriali italiane, amavano coltivare fiori e piante. Ancora oggi, una ricca vegetazione, accompagnata da querce secolari, caratterizza l’incantevole parco.

Villa Necchi alla Portalupa, la chiesetta

Dagli anni ’40, la villa ospitò numerosi volti noti italiani ed europei (tra cui i reali Savoia), invitati dai proprietari a partecipare alle battute di caccia. La Portalupa fu, infatti, un’importante riserva di caccia, dove si allevavano anatre selvatiche e fagiani. Dal 1959 ospita una chiesetta, voluta da Vittorio Necchi e consacrata l’8 novembre dello stesso anno dal vescovo di Vigevano, Aloisius Barbero. Oggi la cappella è utilizzata per celebrare i matrimoni che si tengono nella villa.

Villa Necchi alla Portalupa: il restauro

Quello che attualmente ammiriamo in tutto il suo splendore è il risultato di quattro anni intensi di riprogettazione e restauro. Anni essenziali per riportare la villa e la tenuta agli splendori di un tempo. Avviati nel 2006 da un team di architetti lombardi, tra i quali Valter Pisati, i lavori hanno interessato inizialmente il territorio circostante la villa, invaso da spine ed erbacce. Il palazzo, disabitato dagli anni ’60, era fatiscente dentro e fuori e inaccessibile a causa delle imposte rotte e delle travi cedute. Insomma, l’impresa si presentava veramente ardua. Gli architetti diedero la priorità al corpo centrale della dimora signorile, vero gioiello di tutta la tenuta.

Il dipinto di Giancarlo Palanti

Svuotata al suo interno dei mobili che anticamente l’arredavano, l’unica opera recuperata fu il magnifico pannello a muro, in olio su tela, che l’architetto e pittore Giancarlo Palanti realizzò su commessa dell’amico Vittorio Necchi. Il dipinto, di tre metri per quattro, raffigura la signora Lina Ferrari Necchi con i suoi cani in riva al laghetto nella zona agricola della Portalupa e sullo sfondo il marito in tenuta da caccia. Oggi l’opera d’arte arricchisce, a tutta parete, quella che è la zona bar del corpo centrale della villa.

Una fontana nel giardino della villa

Villa Necchi alla Portalupa, sede raffinata di eventi

La villa, il giardino e il borgo adiacente sono curati nei minimi dettagli e offrono un’innumerevole serie di servizi. Le numerose sale, arredate e decorate con cura maniacale, dotate di moderne tecnologie e di tutti i comfort, rendono l’antica dimora unica nel suo genere.

Una stanza

L’ambiente interno è molto luminoso, grazie ad ampie vetrate e lucernari. Uno staff qualificato è a completa disposizione degli ospiti, che qui possono riscoprire il lusso del tempo da dedicare a se stessi. Tutto grazie anche a un’attenta selezione di materiali pregiati: dalle migliori collezioni di biancheria da letto, alle morbide spugne e alle essenze preziose.

Villa Necchi alla Portalupa, camera da letto

La villa può essere riservata in esclusiva per ogni occasione. Agli ospiti è garantita la massima riservatezza. Al suo interno dispone di venti camere di charme: otto standard, otto superior, tre spaziose junior suite e una raffinata senior suite. Cinque, invece, sono quelle del Borgo, totalmente circondate dalla natura. In stile provenzale, sono situate accanto a Villa Gaia, dependance ideale per un soggiorno all’insegna della comodità.

La Sala del camino allestita per un, meeting aziendale

Villa Necchi offre anche spazi su misura per meeting, convegni di successo e attività di team building indoor e outdoor per le aziende, che posso disporre di attrezzature multimediali. Inoltre, dalla ristrutturazione di un’antica serra per la coltivazione di orchidee è nato il centro benessere. Luogo ideale per rigenerarsi, immerso nel silenzio della natura. Anche questo ambiente è inondato di luce naturale con ampie vetrate da cui contemplare i giardini.

Un'altra fontana

Il Borgo Necchi e la Club House

Il Borgo è l’area che i coniugi Necchi dedicarono alla passione per piante e fiori. Oggi è una splendida cornice, un perfetto connubio fra eleganza e natura, ideale per celebrare momenti indimenticabili. Si arricchisce anche di un romantico colonnato per i riti civili, della chiesetta, di affascinanti fontane. Passeggiando nel Borgo, ci si immerge in un’atmosfera provenzale, fatta di colori pastello e profumi. Qui convivono pony, daini e un asinello.

Il lago

Lungo il lago, inoltre, si possono ammirare i magnifici cigni reali che lo abitano. Il rigoglioso parco secolare offre ampi spazi all’aperto e un patio coperto di settantacinque metri quadrati. Questo favoloso contesto viene arricchito dalle terrazze panoramiche, perfette per eventi raffinati e cocktail con vista sul parco. Qui sorge la Club House, i cui interni, sapientemente curati, contribuiscono a creare un equilibrio perfetto tra eleganza e natura. Nelle antiche serre vengono coltivate le spezie che si usano nella cucina del ristorante.

Villa Necchi alla Portalupa, la cucina

Il ristorante

La splendida residenza ospita al suo interno anche un ristorante gourmet. Questo, che può ben definirsi uno dei fiori all’occhiello della struttura, predilige prodotti del territorio, rigorosamente DOP. Aperto anche agli ospiti che non soggiornano presso la storica dimora, il ristorante conta tre eleganti sale: la Sala Bamboo (con lampadari in vetro di Murano e la possibilità di accogliere oltre 100 invitati); la Sala Camino (per trenta persone, così chiamata perché si arricchisce di un camino del 1600, in marmo di Carrara), la Sala Azzurra (dallo stile antico, con grandi vetrate e rialzata rispetto alle altre, può ospitare anch’essa 30 persone).

Tavola addobbata per un ricevimento nuziale

Lo chef è Antonio Danise. Napoletano di origini, ha 36 anni e vanta numerose esperienze in ristoranti stellati campani, fra cui il bistellato “Quattro passi”. Per realizzare i suoi piatti, Antonio parte dalla ricerca delle materie prime: ingredienti freschi e genuini, nel rispetto della tradizione mediterranea. Agli ospiti è offerta la possibilità di mangiare à la carte oppure scegliere uno dei due percorsi di degustazione creati dallo chef: “Lomellina e contaminazioni” e “Ricordi e territorio”. La cucina e la composizione dei menù sono studiate per offrire un ampio ventaglio di scelta culinaria calibrato sui desideri degli ospiti.

Soggiorno da favola

Villa Necchi alla Portalupa è dunque il luogo ideale per un soggiorno da favola o per celebrare eventi importanti. Un luogo in cui predominano l’eleganza e la cura dei dettagli. Una location esclusiva che si fonde con la natura, dove l’ospite può godere di un’assistenza impeccabile e discreta, di altissimo livello. Un luogo da sogno, insomma, dal fascino antico e inimitabile.

(Foto Villa Necchi alla Portalupa Official Page Facebook)

Villa Necchi alla Portalupa, prestigiosa dimora storica, oggi location di lusso ultima modifica: 2020-07-27T17:00:00+02:00 da Antonietta Malito

Commenti