notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Matteo Berrettini entra nella storia del tennis! È il primo italiano a conquistare la finale di Wimbledon in 134 anni. Un traguardo straordinario per il ragazzo classe 1996 che ha mostrato ancora una volta tutta la sua qualità e solidità mentale. Berrettini ha battuto in semifinale la sorpresa Hurkacz con i parziali di 6-3, 6-0, 6-7, 6-4. La finale si giocherà domenica 11 luglio, data storica per lo sport italiano perché poche ore dopo ci sarà la finale degli Europei di calcio.

Berrettini, prima finale in uno Slam

In poco più di due ore e mezza di gioco, Matteo Berrettini entra nella storia del tennis azzurro. Sul campo Centrale, il numero 9 del mondo ha vinto la semifinale del torneo di Wimbledon. Si tratta della sesta finale maschile a livello Slam per l’Italia. Prima di Berrettini, quattro volte è toccato a Nicola Pietrangeli al Roland Garros, stesso torneo che ha visto trionfare Panatta nel 1976. Questa è stata l’ultima vittoria di un italiano in un Slam.

Ha impressionato la partita di Berrettini che fin dai primi scambi non ha avvertito l’importanza del match. Un percorso netto e spedito con due set portati a casa e un parziale di 11 giochi a zero. Il malcapitato Hurkacz sembrava ad un passo dal cedere di schianto dopo il 6-0 subito nel secondo set. Poi lo scatto d’orgoglio e un terzo set giocato punto a punto. Ad avere la meglio è stato il polacco che, spalle al muro, ha dato tutto conquistato il tie break.

La forza di Matteo Berrettini si è vista ad inizio del quarto set. Il tennista italiano ha subito messo in chiaro le cose conquistando il break in apertura. Alla fine il game vinto è stato decisivo per la vittoria finale. A fare la differenza il rendimento al servizio di Berrettini che non ha concesso chance al suo avversario.

Le parole del tennista italiano

Al termine del match, Matteo Berrettini ha commentato la sua prestazione e il traguardo conquistato. “Non ho parole, ci metterò un po’ per capire quanto successo. C’è la mia famiglia, il mio team. Sono davvero felice ed emozionato. Quando si gioca a questi livelli si cerca di essere al meglio da ogni punto di vista, fisico, tattico e mentale. Nel terzo set pensavo di aver vinto, poi l’ho perso. Mi sono detto che dovevo reagire e il risultato è arrivato. Ricordo la prima volta che sono entrato sul Centrale contro Roger, non è stato lo stesso. Ma mi sono divertito anche se ho perso, quel ko mi ha aiutato a tornare qui oggi. Sarà difficile non seguire Djokovic-Shapovalov, mi conviene guardare. Io avrò bisogno di un po’ di riposo. Spero che domenica andrà meglio, devo crederci“, queste le parole del tennista.

La finale andrà in scena domenica 11 luglio alle 15. Su Twitter sono arrivati anche i complimenti di Roberto Mancini, ct dell’Italia

Fonte fotografia in evidenza: © si.robi – Wikimedia Commons (CC BY-SA 2.0)

Wimbledon, Berrettini nella storia: primo italiano in finale ultima modifica: 2021-07-09T18:04:47+02:00 da Claudio Cafarelli

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x