Ci sono molti italiani che decidono di trasferirsi all’estero per trovare migliori condizioni di vita. Però esistono anche italiani nati all’estero che decidono di ritornare in Italia. Questa è la storia di Viviana, nata e vissuta in Argentina, che ha deciso di tornare a vivere nel Paese della sua famiglia. Viviana ha fondato un bellissimo blog sul Paese sudamericano assieme a tanti amici, vivilargentina.com. È forse un modo per sentire meno la mancanza di quella che è a tutti gli effetti la sua casa. Ma è anche un modo per far conoscere agli italiani quella sterminata e meravigliosa terra che in passato ha accolto così tante persone provenienti dal Bel Paese.

argentina
La cascate Iguazo

Perché avete deciso di creare questo sito web?

Volevamo far conoscere il Paese dove siamo nati agli italiani, ma anche aiutare chi è nato in Argentina a conoscere le proprie radici italiane.

In questo momento molti giovani stanno cercando lavoro all’estero, consiglieresti loro di trasferirsi in Argentina?

L’Argentina è una terra di opportunità, sopratutto per i giovani. Ma come in tutti i paesi latini, l’economia è altalenante e il rovescio della medaglia esiste sempre.

Quali parti del Paese consiglieresti di visitare a un turista?

L’Argentina ha un vasto territorio e moltissimi paesaggi diversi. È da visitare tutta. A seconda dei gusti. Dalle Cascate dell’Iguazú , Salta e Jujuy con i suoi paesaggi mozzafiato, Mendoza e San Luis, Córdoba, la Patagonia tra cui spiccano San Carlos de Bariloche, San Martin de los Andes, Ushuaia, Peninsula de Valdez. Queste sono le mete più turistiche in assoluto. Ma ogni angolo sperduto ha il suo fascino e si può ancora dire che sia una terra tutta da scoprire.

argentina
Le coste sono ricche di spiagge paradisiache

Ti viene in mente un aneddoto particolare o divertente riguardo gli italiani in Argentina?

Un aneddoto che posso raccontare riguarda la mia nonna paterna. È arrivata in Argentina nel ’48 e non ha mai voluto parlare il castellano. Diceva che erano gli argentini a dover capire l’italiano. Morì nel 1980 senza mai imparare la nuova lingua. Mio padre invece, non è mai riuscito a pronunciare la “j” che sostituiva con la “c”. Cosi per dire “caja”…

In Argentina una grande parte della popolazione ha origini italiane. Alcune persone mi hanno detto di essersi sentite quasi come a casa. È così anche per te?

Premetto che io sono nata e cresciuta in Argentina fino a 19 anni. Ogni volta che torno mi sento un po a casa. Anche se dopo 34 anni che vivo in Italia, la mia casa è qui. L’Argentina ha il brutto vizio di far sentire nostalgia a tutti quelli che la visitano, per i suoi colori, odori e sopratutto per i sentimenti che trasmette. Una mia amica Italiana sposata con un Argentino è da poco tornata. Dopo sei mesi mi ha detto: “Il mio corpo è qui, ma sto aspettando che la mia anima faccia rientro”. Ed è così per molti italiani. Si sentono a casa in Argentina, come si sentivano a casa una volta qui in Italia.

argentina
La Patagonia è una delle terre più selvagge del Paese

Cosa ti manca di più dell’Italia quando sei in Argentina?

Dopo aver vissuto in Argentina per sei mesi tra il 2015 e il 2016, devo dire che dell’Italia mi mancava tutto. Diciamo che a me è successo il contrario che a mia madre. Lei a 19 anni emigrò in Argentina, e dopo quasi 60 anni da emigrante, non riusciva più a trovarsi comoda nella sua terra. La sua patria era diventata l’Argentina. Io avrò sempre il mio paese di nascita nel cuore e sentirò sempre la nostalgia. Ma ora qui, l’Italia è la mia casa.

Autore: Andrea Castello

Nasce come restauratore di opere d’arte a Venezia, dove collabora anche con vari giornali locali e nazionali. Si sposta prima in Francia e poi a Malta dove lavora come istruttore di sub per alcuni anni. Le grandi passioni che guidano la sua vita sono la pittura, la buona cucina e naturalmente la scrittura.

Dall’Argentina all’Italia, l’emigrazione al contrario di Viviana ultima modifica: 2017-03-17T13:07:27+00:00 da Andrea Castello

Commenti

commenti