Nonostante la crisi economica che ancora oggi mina la crescita, negli ultimi anni tante realtà imprenditoriali si sono fatte valere. Il Financial Times ha analizzato le migliori, stilando la 1000 Europe’s Fastest Growing Companies, ovvero una classifica con le 1000 migliori aziende tra il 2012 e 2015. E tra queste ci sono ben 186 italiane specializzate in più settori: da quello gastronomico alla tecnologia. Siamo uno dei paesi più presenti in questa speciale classifica!

La 1000 Europe’s Fastest Growing Companies

Ma cos’è la 1000 Europe’s Fastest Growing Companies? È una classifica con le migliori aziende che hanno registrato incrementi record tra il 2012 e il 2015. I valori presi in causa riguardano il fatturato, ma anche la percentuale di crescita. Tra le tante realtà che si sono distinte, quelle del settore food&beverage sono risultate essere le migliori. Al primo posto infatti si trova la tedesca Hello Fresh, azienda specializzata nella consegna a domicilio di alimenti freschi. Il suo fatturato è cresciuto del 13.159%, portandolo a quota 304 milioni di euro. Spazio anche al Social Media & Marketing, settore in forte crescita negli ultimi anni. La polacca Codewise si è piazzata al secondo posto, con una crescita poco inferiore rispetto alla Hello Fresh. A chiudere il podio della 1000 Europe’s Fastest Growing Companies ci ha pensato un’altra tedesca: la Green It, startup che si occupa di consulenze nel settore tecnologico-ambientale.

Le italiane

La prima italiana nella 1000 Europe’s Fastest Growing Companies si trova al 50esimo posto. È la Icont, azienda che da anni si occupa della produzione e distribuzione di contenitori per alimenti. I suoi ricavi sono arrivati a quota 11 milioni di euro, con una crescita del 1.471%. Al 69esimo posto il Consorzio delle Tecnologie, piccolo gruppo di imprese dedicate alla progettazione di impianti tecnologici. Scendendo, sempre nella top 100, troviamo all’82esimo posto la Wineemotion. Come è possibile intuire dal nome, questa azienda si occupa di vini. Per la precisione della produzione di erogatori di ultima generazione, da installare nei ristoranti e wine bar.

1000 Europe's Fastest Growing Companies

All’87esimo posto c’è invece Caffeina. E no, questa volta il nome può ingannare. Si tratta infatti di un’azienda digitale dedicata alla consulenza e alla gestione della parte social delle altre aziende. In pratica se vuoi sfruttare al meglio Facebook & co per la tua realtà, ti conviene rivolgerti a loro. Chiude la presenza italiana nella top 100 Brandon Ferrari, società di distribuzione di molti famosi marchi. Oltre a quelle appena citate ci sono in classifica più di altre 180 aziende italiane. Una menzione speciale per la Cappella di San Severo a Napoli, piccolo museo dove è custodito, tra le tante meraviglie, il Cristo Velato. Negli ultimi anni ha registrato una crescita non indifferente, premiata dal Financial Times con l’881esima posizione tra le migliori mille aziende. A dimostrazione del fatto che, nonostante tutto, con la cultura si può ancora mangiare.

Gabriele Roberti

Autore: Gabriele Roberti

Affascinato da sempre dal Lato Oscuro della Forza, abbandona in tenera età l’idea di diventare un Sith. Da quel momento ha iniziato a dedicarsi ad altro: gli studi, il lavoro, le ragazze e i tornei a Fifa. Dopo la laurea in lettere ha iniziato a scrivere senza sosta, arrivando a vedersi pubblicato su vari siti e blog come italiani.it.
Sogna un viaggio in estremo oriente, e di provare almeno una volta tutte le cucine del pianeta. In attesa ovviamente di una chiamata da Lord Fener…

1000 Europe’s Fastest Growing Companies: tanta Italia presente ultima modifica: 2017-05-31T07:31:25+00:00 da Gabriele Roberti

Commenti