notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Accenni storici di grande impatto e incantevoli paesaggi in bilico tra ieri e oggi: questa è Bagheria, splendida località nei pressi di Palermo. Cosa la rende così interessante? Bagheria è una zona di villeggiatura, un luogo ricco di storia e cultura e ha un mare che vale davvero la pena visitare almeno una volta nella stagione estiva. Ecco cosa aspettarsi da una passeggiata a Bagheria, in qualsiasi periodo dell’anno, godendosi un viaggio nel passato tra gli sfarzi della borghesia di un tempo.

Uno scorcio della splendida Bagheria

Tra cultura e storia

Si racconta che Bagheria sia stata fondata dai Fenici, quando ancora il suo nome era Bayharia. Da allora ne è trascorso di tempo, ma la località palermitana ha avuto modo di aggraziarsi sempre di più, con i suoi palazzi e le ville nobiliari che ancora oggi restano un polo turistico di grande spessore.  Si notano dettagli che riportano indietro la mente ad epoche lontane, come lo stemma di una casata, un celebre affresco o quello stile barocco che è protagonista di molte di queste costruzioni. Qualche nome? Villa Butera, legata al principe Giuseppe Branciforti, Villa Cattolica, Villa Valguarnera, ma soprattutto la più gettonata, Villa Palagonia.

La facciata di Villa Palagonia a Bagheria
Villa Palagonia, uno dei palazzi nobiliari più
celebri a Bagheria

Villa Palagonia risale al 1700 ed era la residenza del principe di Palagonia, Ferdinando Francesco Gravina. Qualcuno la definisce la “villa dei mostri”, ma niente paura, questo soprannome non ha nulla a che vedere con presenze misteriose al suo interno. Si riferisce proprio alle singolari statue grottesche che la caratterizzano, ma che rendono più particolare e affascinante l’intera proprietà. Palazzi e ville di Bagheria sono il segno che qui un tempo vivevano negli agi i membri della nobiltà siciliana, dando sfoggio delle loro ricchezze anche nei fregi e nell’architettura.

Bagheria nella letteratura e cinematografia

Dal centro storico alla litoranea il passo è breve. Come resistere allo scenario suggestivo che offrono le spiagge sabbiose, le calette rocciose e il mare cristallino della località siciliana? Per conoscere a 360 gradi Bagheria è opportuno dedicare qualche giorno anche al suo aspetto puramente rilassante, da godersi baciati dal sole. E tra una visita culturale e un tuffo nel mare blu è anche doveroso assaggiare le specialità culinarie del luogo. Arancine, panelle e street food palermitano sono quel classico della tradizione locale che anche a Bagheria è diffuso in ogni sua viuzza.

Bagheria e uno dei suoi panorami balneari più belli
Bagheria è celebre per la sua storia, ma anche per il suo mare che fa da cornice a paesaggi suggestivi

Eppure Bagheria ha anche quel lato misterioso e intrigante che ha affascinato nel tempo scrittori e registi. All’interno della letteratura e della cinematografia, la città è stata oggetto di interesse ed è diventata il centro di opere e film ancora oggi riconosciuti a livello internazionale. Chi ha letto il libro “Bagheria” di Dacia Maraini? La scrittrice ha voluto parlare di sé in questo libro autobiografico raccontando gli anni della sua adolescenza che in questo luogo ha conservato moltissimi ricordi. È di Tornatore, invece, l’idea di ambientare qui la pellicola “Baaria” del 2009. In un mix di politica e amore, sullo sfondo di un periodo storico difficile, si racconta la Sicilia inscenandola proprio a Bagheria. Che dire? Pare proprio che Bagheria sia la città palermitana dalle mille sfaccettature!

Cristina Fontanarosa

Autore: Cristina Fontanarosa

Laureata in materie umanistiche ha fatto della sua passione per la scrittura e il giornalismo un vero lavoro a cui si dedica a tempo pieno. Vive in Sicilia ma gira il mondo coi suoi pezzi che trattano di tutto e di tutti, con la voglia di scoprire sempre cose nuove e luoghi interessanti.
Bagheria: una splendida località in Sicilia ultima modifica: 2019-06-27T09:13:52+02:00 da Cristina Fontanarosa

Commenti