Castel del Monte rappresenta ancor oggi un luogo circondato da un’aurea di fascino, mistero e magia. Si presenta in tutta la sua vetustà. È un antichissimo edificio che affonda le sue radici nel XIII secolo ed è stato fatto costruire su volere dell’Imperatore Federico II.

Castel del Monte - arcate ad oliva

La sua importanza è ben nota ai locali e ai tanti turisti, tanto che il Castel del Monte con le sue arcate ad oliva costituisce uno dei maggiori punti di interesse del posto. Se avete voglia di visitarlo, si trova in Puglia, nella frazione del comune di Andria. Si erge in tutta la sua imponenza su una collina della catena delle Murge occidentali.

Castel del Monte - capitello

La nascita ufficiale dell’edificio risale al 29 gennaio del 1240. È proprio in questa data che Federico II ordinò la sua costruzione.
Ciononostante, vi sono molti studiosi che non concordano con questa idea, né condividono l’attribuzione al nome di un solo architetto. Non solo quindi è incerta la data secondo alcuni, ma anche chi sia stato l’ideatore.  Non si sa infatti ancor oggi se a ideare la costruzione fu Riccardo da Lentini o lo stesso Federico II.

Castel del Monte e la sua storia

Secondo un’antica leggenda, l’origine dell’edificio è attestata ad un’iscrizione riportata in un antico tempio. Qui, come vuole la tradizione, era presente una statua dove era riportata la seguente frase: “Il mio capo è di bronzo ma a levar del sole a calendi di maggio sarà d’oro”.
Poi, un giorno, un saraceno riuscì a risolvere l’arcano e il primo giorno del mese di maggio, al sorgere del sole, iniziò a scavare nel punto esatto dove cadeva l’ombra della statua. Risalì ad un ricchissimo tesoro, con il quale fu costruito il castello.
Nelle strutture di Castel del Monte si possono rinvenire ancora le tre impronte lasciate dallo stesso imperatore Federico II. Ciò che distingue il castello da tanti altri di cui è pieno il nostro patrimonio nazionale, lo ricordiamo, il più ricco al mondo, è il tipico labirinto.

Castel del Monte - disegno geometrico

Il disegno geometrico è perfetto ed è presente al suo interno un labirinto piuttosto difficile da snodare. La prima impronta appare nella sesta sala dove è scolpito un giglio con 3 foglie e uno stelo.

La struttura del castello

Dubbio è invece il riferimento alla somma degli otto lati su cui poggiano i muri perimetrali e dei 48 piccoli lati delle torri. Il totale fa di 56, proprio come gli anni di vita dell’Imperatore.
Se si prendesse una lama affilata e si tagliasse in due il portale, apparirebbe sul lato sinistro un altro ingrediente magico Un’enorme “F”, quella di Federico II di Svevia. Un imperatore a tutt’oggi che risente molto della sua connotazione misteriosa.

Castel del Monte - portale

Un altro elemento degno di nota è l’ingresso del castello, caratterizzato da un portale con 2 colonne e 2 leoni. Il primo con lo sguardo rivolto verso il sorgere del sole al solstizio d’inverno. Il secondo, invece, ha lo sguardo nella direzione del sorgere del sole nel solstizio d’estate. Tutti coloro che abbandonano l’uscita hanno l’impressione di non poter dare mai le spalle al castello.

Flavia Del Treste

Autore: Flavia Del Treste

Romana, classe ’91, alle spalle una laurea in Letterature e Traduzione Interculturale Inglese e Francese. Lavoro come SEO web writer e traduttrice freelance per aziende e privati. Tra un articolo e l’altro non dimentico mai di fare una passeggiata in sella al mio cavallo. La passione per l’equitazione mi ricorda le mie origini e soprattutto cosa vuol dire essere felice.

Castel del Monte: saper scoprire le bellezze della Puglia ultima modifica: 2018-06-04T09:00:45+00:00 da Flavia Del Treste

Commenti