notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Nato il 27 settembre 1976, in questo 2021 Francesco Totti compie 45 anni. Ha detto addio alla sua Roma e al calcio professionistico nel 2017 e da allora ha provato a dare una svolta alla propria vita. Ha tentato la strada della dirigenza ma i rapporti con la vecchia presidenza giallorossa non erano idilliaci. È divenuto un procuratore sportivo e si occupa di scouting di giovani talenti. La sua vita non può che ruotare intorno al calcio, in un modo o nell’altro.

È senza dubbio uno dei più grandi calciatori della storia del calcio, nell’Olimpo italiano e globale. Se si parla di bandiere non si può che pensare al “Pupone”, che ha indossato la stessa casacca dal 1989 al 2017. Un totale di 19 stagioni, nel corso delle quali ha vinto uno scudetto, due Supercoppe italiane e due Coppa Italia. Con la maglia della Nazionale, invece, ha conquistato un Europeo Under 21 e un Mondiale.

Francesco Totti avrebbe potuto vincere di più altrove? Questa domanda gli è stata posta più volte e la risposta è probabilmente un chiaro sì. Ciò che ha ottenuto a Roma, però, con la propria scelta di fedeltà, è qualcosa che va oltre lo sport. La città non lo dimenticherà mai e quella gente è la sua gente. È stato più che mai chiaro al momento del sofferto addio all’Olimpico. Speravo de mori’ prima, qualcuno ha scritto, e nessuno, davvero nessuno, allo stadio e da casa, ha saputo trattenere le lacrime, Totti per primo. Ha saputo regalare vere e proprie magie in campo ed ecco una top 10 dei suoi gol più belli, con la Roma e l’Italia.

Italia-Australia

Non sarà una rete spettacolare ma soltanto un vero campione sarebbe stato in grado di mettere in porta un rigore così delicato come quello contro l’Australia ai Mondiali del 2006. Una rete che consente agli azzurri di proseguire il cammino. Una rete che apre le porte a una cavalcata verso il trionfo. È l’unico abbastanza freddo da presentarsi dal dischetto. L’inquadratura dei suoi occhi è impressa nella memoria di tutti i tifosi. Farà il cucchiaio? Si chiedono tutti. E invece no. Rigore potente e preciso, che ancora oggi, riguardando il video, abbiamo tutti paura possa non entrare.

Roma-Sampdoria

Nella stagione 2003-2004 Francesco Totti ha messo a segno uno dei gol più belli della sua carriera. Lo ha fatto in un Roma-Sampdoria terminato con il risultato di 3-1. Il suo sguardo allenato gli consente di vedere un corridoio tra le maglie avversarie. Decide così di effettuare uno scatto, palla al piede, da centrocampo fino all’area di rigore. Centrocampisti e difensori sorpresi e terrorizzati all’idea di fare un duro fallo. Il loro ritardo gli consente di presentarsi dinanzi al portiere e sfoderare tutta la propria freddezza. Finta e tocco sotto dolce a incrociare.

Roma-Milan

Nella stagione 1996-97 la Roma batte il Milan con un sonoro 3-0. Non poteva mancare la firma di Totti. Di schiena riesce ad annullare il tentativo di rinvio lontano del portiere rossonero, che esce fuori dall’area e si ritrova in breve battuto. La palla resta lì, a poca distanza dalla bandierina del calcio d’angolo. Due difensori iniziano ad avvicinarsi ma Totti ruba loro il tempo portando la punta sotto la sfera e realizzando un pallonetto magnifico, senza necessità di caricare il colpo.

Roma-Udinese

La stagione 2000-01 lo vede in uno stato di grazia. Riesce a trasformare ogni palla in assist o rete. Eccolo, dunque, ricevere un cross morbido da Cafu. La palla attraversa tutta l’area e da posizione defilata altri avrebbero preferito stoppare e ragionare. Totti sa già cosa fare. Tira al volo con il mancino (non il suo piede). Una precisione chirurgica e stadio in delirio.

Roma-Torino

Nell’anno in cui la Roma indossava la maglia con sopra cucito il tricolore dello scudetto, Francesco Totti decide l’ultima gara del girone d’andata all’Olimpico con una rete esaltante a dir poco. Riesce a trovarsi da solo dinanzi al portiere e lo dribbla con un giochetto di suola. Inutile l’intervento disperato di un difensore, dal momento che il capitano, freddo, lo neutralizza con una finta, per poi insaccare.

Sampdoria-Roma

Anche per un calciatore della sua qualità il gol al volo contro la Sampdoria nella stagione 2006-07 ha dell’incredibile. Cross di Cassetti che attraversa l’area e mancino volante che guadagna un effetto assurdo. La palla trova spazio alla sinistra del portiere, insaccandosi a fil di palo. Il tutto da posizione impossibile, altamente defilata, al limite dell’area di rigore, in direzione della bandierina.

Roma-Lazio

Gli anni passano e nella stagione 2014-15 ne aveva già un bel po’ (per un calciatore). Ciò non gli ha impedito, però, di regalare e regalarsi una prodezza nel derby (l’ultima rete nella stracittadina, che gli vale il record di marcature nei confronti con la Lazio). Il suo gol agguanta un pari insperato. Cross di Holebas e gol in estirada, con tanto di festeggiamenti con selfie sotto la Sud.

Italia-Olanda

Le magie di Totti non si limitano al mondo Roma. Il “Pupone” ha saputo esaltarsi anche con l’Italia. La sfida contro l’Olanda resta nella memoria di tutti gli appassionati di calcio. È l’Europeo del 2000, che oggi suscita grande amarezza per il secondo posto ottenuto. Il capitano della Roma è certo delle proprie capacità e con l’arroganza del campione decide di provare il “cucchiaio” contro l’altissimo Van der Saar. Una freddezza che gela anche i suoi compagni di squadra.

Lazio-Roma

Nella stagione 2001-02 si è disputato un derby storico, terminato con il risultato di 1-5 per i giallorossi. L’ultima rete siglata è ormai indelebile nella memoria generale. Un gol da antologia che vede il capitano scorgere Peruzzi fuori dai pali e batterlo con un pallonetto da fuori area. Una traiettoria precisa che tocca la parte bassa della traversa e si insacca.

Inter-Roma

Inutile dire come il pallonetto sia uno dei suoi colpi migliori. Se contro la Lazio il risultato era ormai acquisito, lo stesso non si può dire della gara a San Siro contro l’Inter della stagione 2005-06. Il risultato era di 0-1 per i giallorossi, con gara ancora aperta (terminata 2-3). Il capitano prende palla e salta in dribbling due nerazzurri. Si avvicina all’area e si accentra. Potrebbe partire un bolide o un assist e invece ecco il tocco dolce che lascia Julio Cesar di stucco.

Fonte fotografia in evidenza: Francesco Totti – instagram.com/francescototti

Buon compleanno Francesco Totti: i 10 migliori gol del “Pupone” ultima modifica: 2021-09-27T09:00:00+02:00 da Luca Incoronato

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x