notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Il governo, in base ai dati delle ultime settimane sta rimodulando le varie zone in cui è diviso il Paese: alcune regioni cambieranno colore a secondo di come hanno gestito l’emergenza pandemica in questo ultimo mese. Nel periodo dal 4 al 17 novembre 2020, l’indice di trasmissibilità Rt calcolato sui casi sintomatici è pari a 1,08. Si riscontrano valori medi di Rt tra 1 e 1,25 nella maggior parte delle regioni e delle province autonome italiane. In 4 regioni l’RT puntuale è inferiore a 1, indicando una diminuzione significativa nella trasmissibilità: lo rileva la bozza del monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute.

dati 27 novembre per le singole regioni

Sempre il ministero rende noto che nelle ultime 24 ore si sono registrati 28.352 nuovi casi positivi per un totale complessivo di casi positivi di 787.893. Dunque, 7.952 attualmente positivi in meno rispetto a ieri. I nuovi decessi sono 827 ( ieri erano 822); l’incremento dei tamponi è pari a 222.803 ( ieri erano 232.711). In terapia intensiva rimangono ricoverati ancora 3.782 pazienti ben 64 in meno rispetto a ieri!

I dati sono incoraggianti ma i medici frenano l’entusiasmo

Anche se il calo dei contagi nelle ultime settimane c’è stato, i medici lanciano un accorato appello a non rallentare le restrizioni. I dati “mostrano segnali di rallentamento della crescita dell’epidemia da SarsCov2, tuttavia le condizioni di sovraccarico del sistema ospedaliero, con occupazione delle terapie intensive e aree Covid particolarmente elevata, impongono di non allentare le misure restrittive.

medico di base nelle regioni

Ricordiamo che nell’ultima settimana si sono contati oltre 200mila nuovi casi e 4.980 decessi mentre i ricoveri con sintomi sono attualmente più di 34mila”. Questo l’appello dell’intersindacale della Dirigenza medica, sanitaria e veterinaria sulla paventata riapertura in vista delle festività natalizie.

Le regioni che vogliono più libertà

Alcune regioni però scalpitano, Toscana e Lombardia in testa. “Grazie ai sacrifici dei lombardi, apprezzati i dati epidemiologici, ora siamo in zona arancione e potremo riaprire gli esercizi commerciali. A breve la decisone del governo”. Lo scrive su Twitter il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.  Lo stesso discorso vale per il Piemonte. L’Rt del Piemonte “oggi è 0.84 il puntuale, 0.9 il medio, quindi entrambi sono sotto quota 1. Quando il Piemonte era rosso eravamo a un Rt di 2.16, questo vuol dire che i sacrifici dei piemontesi sono serviti”.

grafico rt nelle regioni

A ribadirlo il presidente della Regione Alberto Cirio che insiste: “Mi aspetto che venga attuato quello che è previsto dal decreto del presidente del Consiglio, ossia l’uscita dalla zona rossa e il passaggio a quella arancione.  Anche la Toscana “da venerdì 4 dicembre potrà rientrare in una zona che consente di allentare la morsa delle restrizioni con un provvedimento che riporta la regione in zona arancione. Ne ho parlato con il ministro Speranza”. Lo ha detto Eugenio Giani, governatore della Toscana.

Covid, calo dei casi positivi e nuove disposizioni per le regioni ultima modifica: 2020-11-27T17:45:15+01:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x