Pan di Stelle punta in alto e arriva con un nuovo prodotto: la crema spalmabile. Se i più ghiotti stanno già pensando alle infinite varietà di dolci da preparare, dovranno pazientare un pochino. La crema spalmabile dei Pan di Stelle ancora non è sugli scaffali, lo sarà a partire da gennaio 2019.

Crema spalmabile Pan di Stelle - crema su coltello

Dopo il biscotto dei Pan di Stelle e la merendina, ora la Barilla è fiera di presentare la versione cremosa al cioccolato. Il pronostico di ingredienti ci suggerisce senza dubbio: cacao, latte e nocciole italiani, sale, aromi… tutti ingredienti già incontrati nei prodotti precedenti. E il sapore? Sarà eguagliabile al suo grande competitor Nutella? Il prodotto da come si presenta all’esterno sembra esser nato praticamente dallo stesso ideatore. I barattoli di vetro si allargano ugualmente sulle spalle, solo che, almeno dalle immagini, la crema Pan di Stelle sembra avere un colore più deciso della sua spietata concorrente. Due colossi del marketing alimentare a colpi di cucchiaio aprono così il 2019.

Accenni di Marketing

La Nutella avvolge il cliente con il rosso tipico che rimanda al clima familiare e un’immagine a dir poco allettante. Il rosso spicca su tutti, attiva sensazioni positive e stimolanti. E stimola anche la fame!

Crema spalmabile Pan di Stelle - crema

Non è un caso se il rosso accompagna grandi nomi come Mc Donald, Coca Cola e altri giganti. Anche la Barilla però si difende bene. L’icona a cinque punte racchiude un riferimento diretto al calore tipico del nido familiare. Il Mulino Bianco, simbolo di perfezione e del prototipo familiare nonché del mondo ovattato della fanciullezza, sembra metterci al riparo da tutto e tutti. Inoltre, l’elemento strategico del sogno si fa avanti deciso sposandosi egregiamente con il piccolo pubblico, senza risparmiare i più maturi e altrettanto sognatori.

La lotta all’olio di palma (che non troveremo nella crema stellata)

Tra gli ingredienti del concorrente troviamo invece zucchero, olio di palma, nocciole, latte in polvere, cacao magro ed altri ancora. Molti sono gli stessi, ma la crema spalmabile della Pan di Stelle sarà con nocciole 100% italiane e soprattutto senza olio di palma.

Crema spalmabile Pan di Stelle - materia prima

Negli ultimi anni ne avrete sentito parlare senza dubbio, eppure il prodotto non è così demoniaco come si vocifera. La Nutella per difendersi aveva affermato che la dose giornaliera tollerata dal nostro organismo era di 2 microgrammi per chilo di peso corporeo: una soglia difficile da raggiungere. Tra l’altro, di molto inferiore rispetto a quanto decretato dagli esperti dell’Oms e della Fao, i quali hanno stabilito la soglia a 4 microgrammi per chilo. Sembra però il problema riguardasse anche la presenza di altre sostanze sprigionate dall’olio di palma durante la raffinazione. Sono state definite dal GE genotossiche e cancerogene. Anche qui però la Nutella ha sfoderato il suo asso dal barattolo, sostenendo l’esistenza di una filiera controllata e impegnandosi in un nuovo processo di raffinazione a basse temperature. Se volete saperne qualcosa di più, vi consiglio di cliccare qui.
Tornando alla nostra crema spalmabile Pan di Stelle, su alcune vetrine online fioccano indiscrezioni. Sembra che non verrà realizzata con il tanto temuto l’olio di palma ma con quello di girasole. Inoltre, sarà ridotta la quantità di zucchero, il cacao avrà una filiera sostenibile e, forse, la crema ospiterà gustosi lacerti di biscotto Pan di Stelle.

Flavia Del Treste

Autore: Flavia Del Treste

Romana, classe ’91, alle spalle una laurea in Letterature e Traduzione Interculturale Inglese e Francese. Lavoro come SEO web writer e traduttrice freelance per aziende e privati. Tra un articolo e l’altro non dimentico mai di fare una passeggiata in sella al mio cavallo. La passione per l’equitazione mi ricorda le mie origini e soprattutto cosa vuol dire essere felice.

Crema spalmabile Pan di Stelle: in arrivo la crema al cioccolato a prova di cucchiaino ultima modifica: 2018-11-22T09:00:30+00:00 da Flavia Del Treste

Commenti