notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Prima conferenza stampa dell’anno per il premier Mario Draghi che stasera ha incontrato i giornalisti a Palazzo Chigi. Insieme al presidente del consiglio anche i ministri dell’Istruzione e della Salute, Roberto Speranza e Patrizio Bianchi. Presente anche il coordinatore del Cts, Franco Locatelli.  

Prima conferenza stampa dell’anno del premier Draghi

Un anno da affrontare con realismo e fiducia, ma soprattutto con unità. Ha esordito così il premier ribadendo che l’approccio con la pandemia è diverso rispetto al passato. “Vogliamo essere cauti e vogliamo minimizzare gli effetti della crisi pandemica, soprattutto sui giovani che ne hanno risentito dal punto di vista psicologico e della formazione”. Sulla riapertura delle scuole Draghi ha asserito: “Ringrazio il ministro e di tutto il personale scolastico per il ritorno fra i banchi di oggi. Sospendere le lezioni non ha senso se poi i ragazzi sono liberi di frequentare altri luoghi di socializzazione”. Il premier ha poi sentenziato: “L’unica arma contro il Covid è la vaccinazione. Non possiamo negare che gran parte dei problemi che abbiamo dipende dal fatto che ci sono ancora molti non vaccinati. A questo proposito invito gli italiani che non si sono vaccinati a farlo al più presto!”.

vaccino covid premier draghi

Draghi ha poi evidenziato: “Grazie alla vaccinazione, la situazione è molto diversa dal passato. L’economia è in crescita del 6 per cento; le scuole hanno riaperto nell’aprile scorso. Così come hanno riaperto oggi, dopo Natale, come quelle di tutti gli altri Paesi d’Europa. Le politiche del governo sono coerenti con questa strategia. Siamo stati tra i primi ad avviare la campagna vaccinale, sempre più intensificata. Attualmente, è provato, che il dilagare del virus ha effetti soprattutto tra la popolazione non vaccinata”. Sul tanto discusso obbligo vaccinale introdotto in questi giorni, il presidente del consiglio così si è espresso: “Lo abbiamo fatto sulla base dei dati che ci dicono che chi ha più di 50 anni corre maggiori rischi. E non dimentichiamo che le terapie intensive occupate per due/terzi da non vaccinati. Abbiamo affrontato tante sfide difficili e le abbiamo superate grazie alla collaborazione di tutti. Oggi abbiamo dei buoni motivi per sperare che riusciremo a superare anche questa fase pandemica ma – ha ribadito Draghi – dovranno esserci rispetto delle regole, prudenza, fiducia e soprattutto unità”.

(Nell’immagine in evidenza il premier Mario Draghi – foto governo.it)

Covid, Draghi: “Invito gli italiani che ancora non lo hanno fatto a vaccinarsi!” ultima modifica: 2022-01-10T18:57:07+01:00 da Maria Scaramuzzino

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x